CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Saldi, “pienone” ovunque. Ma con pochi soldi

Più informazioni su

Grandi code oggi a Como per cercare un posto dove lasciare l’auto. Disagi anche nei parcheggi dei centri commerciali del territorio. Voglia di acquistare, pochi affari. Il decalogo di Confcommercio. VIDEO: IL DIRETTORE MONETTI.

 

 

 

Buona partenza. Almeno come movimento di persone, favorite anche dalla splendida giornata di sole e caldo. I saldi invernali a Como sono iniziati con un pienone pressochè da tutte le parti. Dal centro di Como – oggi pomeriggio difficile trovare un posto per l’auto – a Cantù ed Erba. Migliaia di persone pronte all’affare dopo la crisi di Natale. Ma a tanto movimento, almeno dalle prime notizie, non sembra essere corrisposto analoghi affari da parte dei commercianti. Vendite si, ma sempre contenute. E con un occhio al portafoglio. In pochi hanno fatto acquisti senza limiti. La stragrande maggioranza dei comaschi ha avuto un occhio di riguardo a cosa acquistare e quanto spendere.

I disagi anche ai centri commerciali del territorio, letteralmente presi d’assalto fin dalla mattinata. Lunghe file ai parcheggi per l’intera giornata. E dopo la prima giornata, con molti anche a guardare ed informarsi, domani si replica: negozi praticamente tutti aperti, stessa cosa per i supermercati e centri commerciali.

Rivedi l’intervista al direttore di Confcommercio Como Graziano Monetti.

 

{youtube}NeLKE5vSqWE{/youtube}

 

QUESTO IL DECALOGO DI CONFCOMMERCIO PER I NEGOZIANTI CHE ADERISCONO A SALDI CHIARI

1) L’adesione all’operazione “Saldi Chiari” comporta per l’operatore commerciale l’impegno a rispettare le norme presenti e future in materia di vendite straordinarie di fine stagione (saldi).
* CARTE DI CREDITO:
2) Durante le vendite di fine stagione o saldi l’operatore commerciale non potrà rifiutare il pagamento della vendita a mezzo carte di credito.
* CAMBI MERCE
3) Durante le vendite di fine stagione o saldi l’operatore commerciale si impegna a sostituire o a rimborsare entro 8 (otto) giorni dall’acquisto, o comunque nel termine più breve possibile, i capi acquistati che presentano gravi vizi occulti, in conformità con le norme di cui al D. Lgs. n. 206 del 6/9/2005 (Codice del Consumo).
4) Nel caso di non corrispondenza della taglia, il capo verrà sostituito entro 8 (otto) giorni dall’acquisto con prodotti disponibili all’atto della richiesta di sostituzione. Qualora non fosse possibile la sostituzione per mancanza di capi o per mancato gradimento da parte del cliente, l’operatore commerciale rilascerà un buono d’acquisto di pari importo del prezzo pagato relativo ai capi da sostituire, che il cliente dovrà spendere entro i successivi 120 (centoventi) giorni di calendario dalla data di emissione dello scontrino fiscale relativo.
In entrambi i casi la sostituzione del prodotto potrà essere effettuata solo ed esclusivamente dietro presentazione dello scontrino fiscale relativo.
* PROVA PRODOTTI:
5) Durante l’acquisto di prodotti di fine stagione o saldi il cliente ha il diritto di provare i capi per verificarne la corrispondenza della taglia ed il gradimento del prodotto. Sono esclusi dalla facoltà di prova quei prodotti che per consuetudine non vengono normalmente provati.
* UNIFORMITA’ DEI PREZZI:
6) Le catene di negozi che effettuano vendite di fine stagione o saldi si impegnano a porre in vendita negli esercizi che effettuano tali vendite, gli stessi prodotti allo stesso prezzo, impegnandosi in caso di variazione del prezzo a praticare la variazione in tutti i punti vendita contemporaneamente.
* RIPARAZIONI:
7) Qualora il costo per l’adattamento o la riparazione dei capi acquistati fosse a carico del cliente, l’operatore commerciale dovrà darne preventiva informazione e dovrà inoltre esporre, ben visibile, un cartello informativo nel quale si dichiari espressamente che: “le riparazioni sono a carico del cliente”.
* PUBBLICITA’:
8) L’accettazione ed il rispetto del presente decalogo, danno diritto agli operatori commerciali aderenti di esporre nelle proprie vetrine le locandine predisposte e distribuite annualmente dall’Unione Provinciale Commercio Turismo e Servizi.
9) L’operatore commerciale si impegna a tenere presso l’esercizio copia del Decalogo, a disposizione dell’acquirente.
* CONTROVERSIE:
10) Nel caso in cui il cliente ritenga non rispettate le norme di cui al presente Decalogo potrà rivolgersi, per iscritto, ad una delle seguenti Associazioni dei consumatori firmatarie dell’accordo:
ADICONSUM Via Brambilla, 24 Como – ADOC Via Torriani, 27 Como – CONFCONSUMATORI Via Bellini, 1 Como.

Più informazioni su