CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Altri tre comaschi nei guai per i rimborsi in Regione

Più informazioni su

Sono i leghisti Bianchi e Arosio ed il pdl Giorgio Pozzi. Si aggiungono a Gianluca Rinaldin, indagato della prima ora. Si scatena l’opposizione:”Cose pazzesche, la magistratura faccia chiarezza subito”.

 

 

 

 

 

Tre nuovi consiglieri regionali comaschi tra gli indagati della Procura di Milano. Peculato l’ipotesi di accusa dei Pm milanesi che indagano sul presunto scandalo dei rimborsi chiesti al Pirellone spacciandoli per attività di rappresentanza. A finire sotto la lente dei magistrati – che ora li convocheranno per chiedere spiegazioni – sono Giorgio Pozzi del Pdl ed i leghisti Edgardo Arosio e Dario Bianchi. Si aggiungono a Gianluca Rinaldin (Pdl), indagato anche lui della prima ora. L’inchiesta è arrivata alla quota record di 62 consiglieri indagati anche se non è ancora conclusa. I tre nuovi indagati comaschi rigettano le accuse e si dicono prontissimi a spiegare ogni cosa al magistrato inquirente. L’interrogatoro slitta a dopo Natale.

Nel frattempo, si scatena l’opposizione.“Quello che sta succedendo in Regione Lombardia è impressionante. Auspichiamo, come sempre, che la magistratura faccia al più presto chiarezza anche su questa vicenda. Quella che si chiude è certamente una legislatura da dimenticare. Voltare pagina è assolutamente necessario.” Così il capogruppo del Pd in Regione Luca Gaffuri. Nei giorni scorsi gli inquiurenti hanno prelevato anche dal Pd documenti per esaminare i vari rimborsi richiesti, stessa cosa per gli altri gruppi dell’opposizione.

Più informazioni su