CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Scandalo rimborsi in Regione, tocca all’opposizione

Più informazioni su

Già 40 gli indagati dalla Procura di Milano, tutti consiglieri di maggioranza del Pdl o Lega. Tra loro anche Rinaldin. Oggi Finanza ad acquisire i documenti al Pd . Il comasco Gaffuri:”Noi siamo sereni”.

 

 

 

 

Non c’è pace al Pirellone di Milano, sede della Regione. Dopo gli arresti – anche di alcuni assessori – e gli indagati, ora scoppia lo scandalo dei rimborsi chiesti dai vari gruppi politici con soldi pubblici per spese, secondo la Procura di Milano, del tutto illegittime. E che non rientrano nell’attività istituzionali come viaggi, cene, ricevimenti, articoli personali. Sono già 40 i consiglieri regionali indagati dai magistrati, tutti di maggioranza e legati anche alla precedente legislatura: ci sicuro si sanno i nomi di Paolo Valentini, capogruppo Pdl, e di Stefano Galli della Lega. Figura anche quello del consigliere comasco Pdl Gianluca Rinaldin anche se lui sostiene di essere tranquillo e senza preoccupazioni per le sue spese di rappresentanza.

Oggi l’inchiesta ha preso nuovo impulso: la Procura ha spedito la Finanza al Pirellone per acquisire la documentazione dei rimborsi spese del Pd, ma anche di altri gruppi consiliari. Gli accertamenti si svolgeranno nei prossimi giorni.

“Abbiamo ricevuto questa mattina la richiesta di mettere a disposizione per la consultazione la documentazione relativa alle spese sostenute dai nostri gruppi politici in Regione dal 2008 ad oggi per rappresentanza, comunicazione, consulenze e collaborazioni. La stessa richiesta è stata avanzata contestualmente agli altri gruppi di minoranza, a tutti gli assessorati e agli uffici di Formigoni. Si tratta evidentemente di un atto conoscitivo di tutta l’attività svolta dalla Regione dal 2008 ad oggi, all’interno di un’operazione trasparenza nata dalle risultanze delle indagini su Boni, Nicoli Cristiani, Buscemi ed altri che aveva già portato all’acquisizione della documentazione relativa alle stesse spese dei gruppi di maggioranza, Pdl e Lega, e dell’ufficio di presidenza del Consiglio regionale. PD, Idv e Sel auspicano che la magistratura rapidamente verifichi le modalità di utilizzo delle risorse a disposizione dei gruppi e degli altri soggetti. Per parte nostra siamo certi che le risorse sono state impiegate secondo le modalità previste dalla legge.”

Lo dichiarano Luca Gaffuri, comasco e capogruppo del Pd, Stefano Zamponi e Chiara Cremonesi, rispettivamente capigruppo di Idv e Sel in Regione Lombardia.

Più informazioni su