CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Azouz-choc:”Ingiustizia, non sono stati i Romano”

Più informazioni su

A sei anni dalla tremenda Strage di Erba il tunisino continua a far parlare di sè:”Sono convinto che i colpevoli sono liberi, loro due pagano per ingenuità. Più che mai convinto di questa tesi”.

 

 

 

Sei anni fa era appena tornato dalla Tunisia. Inizialmente indicato come probabile autore della tremenda Strage di Erba che gli ha sterminato la famiglia: moglie (Raffaella Castagna), figlio (Youssef) e suocera (Paola Galli) morte nel loro appartamento di via Diaz, la vicina Valeria Cherubini anch’essa colpita mortalmente. Poi ha reciutato la parte dell’accusatore convinto dei due killer, riconosciuti da tre gradi di giudizio, i coniugi Romano. Ora Azouz Marzouk, sei anni dopo e con l’impossibilitàdi rientrare in Italia anche se ha sposato una ragazza di Lecco dalla quale ha avuto una bambina, torna a far parlare di sè. Con alcune dichiarazioni-choc già dette un anno fa dopo la Cassazione a Roma:”Ingiustizia è stata fatta – spiega dalla Tunisia – perchè i Romano non sono i colpevoli di questa strage. Sono sempre più convinto di questo. I veri colpevoli sono fuori, sono liberi. Olindo e Rosa pagano la loro ingenuità: per questo si ritrovano murati a vita in carcere”. Dichiarazioni che, inevitabilmente, stanno giàprovocando reazioni stizzite degli altri protagonisti, parenti delle vittime su tutti…

Più informazioni su