CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Luganese rischia il coma: ubriaco da far paura!

Più informazioni su

Fermato dai carabinieri a Gravedona, l’automobilista ticinese è risultato avere un tasso di alcool da brivido: più di quattro volte il limite consentito. Sequestrata anche la sua auto. Guai anche per un ragazzo di Dongo.

 

 

 

Ha rischiato il coma etilico. Ci è mancato poco, pochissimo. E’ quello che hanno accertato i carabinieri della compagnia di Menaggio nell’ultimo fine settimana – quello del ponte dell’Immacolata – durante gli ormai tradizionali controlli sulle strade di centro ed alto lago. Questa volta il limite raggiunto da  M.Z., automobilista svizzero residente a Lugano, è stato davvero preoccupante: 2,27 grammi/litro di sangue, ovvero circa quattro volte e mezza il massimo consentito. Fermato a Gravedona nella notte tra sabato e domenica scorsi, è stato immediatamente privato della patente di guida e della vettura, una Skoda Roomester, quest’ultima sottoposta a sequestro. Il livello raggiunto dall’automobilista svizzero – secondo le tabelle ufficiali del Ministero della Salute –  comporta euforia, sottovalutazione dei rischi, imprudenza, sopravvalutazione delle proprie capacità, rallentamento dei riflessi, movimenti bruschi degli arti, diminuzione della capacità mentale di elaborare le informazioni ricevute e riduzione della visione laterale. Come detto, il coma etilico – vale a dire la perdita di conoscenza per la troppa assunzione di alcool – è stata davvero vicinissima.

Anche un altro automobilista, A.M. di Dongo, fermato nella piazza principale del paese nella notte non scherzava in fatto di assunzione di alcoolici: 1,33 gr/litro. Anche per lui il ritiro della patente di guida, ma non la confisca della vettura.

Più informazioni su