CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

E Gibellini chiede fiducia:”Ci siamo incartati…”

Più informazioni su

Lungo intervento del Ds del Como questa sera a Curva biancoblù per spiegare il delicato momento della squadra:”Non sono scarsi questi giocatori, ho richieste di categorie superiori. E il mister resta: ha la stima di tutti noi”.

 

 

 

Più di mezzz’ora in diretta radio per rispondere alle tante domande dei tifosi. Per ribattere alle loro tesi “accusatorie”, per spiegare e chiarire. Mauro Gibellini, da buon condottiero, non si è tirato indietro oggi a “Curva biancoblù”, la diretta di CiaoComo Radio dedicata al Como, reduce dal ko di ieri contro la Virtus Entella. E il Ds ha parlato a lungo: domande dei tifosi, sue risposte. Decise, precise, sempre con un occhio di riguardo a squadra e mister:”Ingiusto criticare così tanto aspramente i ragazzi – ha detto il Ds – anche se capisco la delusione, ci mancherebbe. Ma siamo giovano, dobbiamo crescere. Mai detto che siamo fortissimi: solo che quest’anno – e lo ribadisco – sarà di transizione e dobbiamo iniziare a costruire qualcosa”.

Contestazioni a vari giocatori, da Torregrossa che non segna a Tremolada che spesso gira a vuoto. Da Scialpi a Micai. Qualche tifoso è arrivato a chiedere, provocatoriamente, se il portiere azzurro deve giocare per contratto. “Ma no – ha detto Gibellini – anche se io ricordo gli osanna di quest’estate per come parava appena arrivato. E’ giovane, ma molto bravo. Poi a decidere se gioca o meno è l’allenatore”. A proposito di mister, i tifosi hanno anche chiesto se la società ha ancora fiducia in Paolucci dopo questi passi falsi. Gibellini qui è stato più lapidario che maiç:”Assolutamente si, loriupetoper l’ultima volta. Il mister ha la stima di presidente e società. Resta e basta, inutile continuare a chiedere cosa pensiamo di fare, Ci auguariamo possa restare a lungo perchè è un tecnico di qualità”.

Poi la richiesta di fiducia. Ancora una volta, dopo l’ennesimo ko, il terzo in casa:”Mi rifiuto di pensare che questi sono giocatori scarsi visto che hanno iniziato bene. Dirò di più: ho frequenti richieste per loro da squadre di categorie superiori. E’ solo che ora ci siamo, come dire, incartati un pò…. Per sblocacrci occorrono fiducia e serenità. La gente deve stare vicino a questa squadra. L’impegno c’è sempre stato, la preparazione alle gare ottimale. Certo, ci mancano i risultati, questo si”. Ultima considerazione del “Gibo”:”Mi sembra – ha detto in diretta Radio – di tiornare a due anni fa a Verona. Avevamo allestito una squadra per vincere il campionato e dopo un paio di giuornate, con le prime sconfitte, le gente chiedeva se rischiavamo di retrocedere… Stesse domande di qui a Como ora. Poi a Verona, per la cronaca, ci siamo ripresi ed abbiamo vinto il torneo…”.

Più informazioni su