CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Che Mapooro: rialza la testa, Real in ginocchio

Più informazioni su

Momento no alle spalle: i ragazzi di Trinchieri reagiscono alla grande dopo le critiche della presidente Cremascoli. Spagnoli in affanno, qualificazione ancora possibile. E dire che mancavano Aradori e Scekic…

 

 

 

 

Che reazione e che carattere. La Mapooro Cantù rialza la testa e mette in castigo la corazzata Real Madrid: 76 – 70 tra l’entusiasnio dei tifosi del PalaDesio. Gara sempre controllata dai ragazzi di Trinchieri e secondo successo in Eurolega quest’anno dopo un girone di qualificazione fatto di tanti sali-scedi. Le recenti critiche della presidente Cremascoli sembrano aver fatto bene a Mazzarino e soci, stasera deciusi come non mai. Pronti via ed è Markoishvili a prendere in mano questa squadra. Non ci sono Aradori e Scekic, ma Cantù viaggia bene. Real sempre ad inseguire per quattro tempi. Nell’ultimo spagnoli pericolosissimi e decisi a tornare sotto: respinti con perdite da Cantù. Il giocatore georgiano il migliore dei suoi (con 23 punti), ben supportato da Leunen (con 11), Tabu (14) e Cusin (10). Finale intenso, da battuciore. Mapooro che trionfa tenendo sotto controllo Madrid.

E, classifica alla mano, non è ancora finitra l’avventura di Cantù – targata Mapooro – in Eurolega. Con alcune combinazioni vincenti è ancora possibile fare il passaggio alle Top16 ancher se resta un’ipotesi molto remota. Settimana prossima l’ultima sfida del girone di qualificazione ad Istanbul contro il Febenerbache.

Più informazioni su