CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ultras condannati per il raid con le bombolette spray

Più informazioni su

Il giudice di Como li ha giudicati colpevoli di aver sporcato muri ed un’auto in piazza Santa Teresa dopo la partita contro il Varese. Un altro pseudo-tifoso ha scelto il rito abbreviato a gennaio.

 

 

Nel giorno dell’anticipo di campionato contro il Cuneo, due ultras del Como al centro della cronaca per un incredibile episodio datato agosto 2009. I due – 36 anni di Albavilla lui e 34 di Como lei sono stati condannati dal giudice del Tribunale rispettivamente a 5 e 2 mesi di reclusione (pena sospesa solo per la ragazza ndr) perchè ritenuti colpevoli di aver fatto un raid vandalico con bombolette spray nere in giro per Como dopo la partita con il Varese, con la sigla “Wbh” sui muri, sulle recinzioni, ma anche su un’auto – una Fiat 500 bianca di ultimo modello in piazza Santa Teresa -.
Quelle scritte – probabili riconducibili ad un gruppo di ultras lariani – sono costate ai due l’accusa di deturpamento e imbrattamento di cose altrui. Il terzo sospettato di quel raid, identificato dalla Polizia, un 30enne di Casasco Intelvi, ha invece scelto il rito abbreviato. Per lui processo a gennaio.

Più informazioni su