CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como, il lago e il territorio: domani inaugurazione

Più informazioni su

Venerdì alle 18,30 il taglio del nastro allo Spazio Ratti, poi sarà ospitata da Enzo Pifferi in via Diaz. Paolo Maggis fa conoscere ai comaschi le sue opere dove è evidente un rapporto ambiguo tra attrazione e repulsione.

 

 

 

A partire da domani dalle 18.30 allo Spazio Ratti di Como si inaugura la mostra di Paolo Maggis che rimarrà aperta fino il 9 dicembre. Il tema della vita, del tempo, dell’impotenza di un uomo che di fronte all’assoluto si pone delle domande. Si interroga sul rapporto con la natura, sull’esistenza stessa. Un cruciverba complicatissimo di immagini, perché dal semplice si ricavi il difficile, provenienti da opere letterarie classiche coma la Luna e il falò di Cesare Pavese, Ossi di Seppia di Eugenio Montale o dalla visione di film dallo stile Felliano e Pasoliniano..

Lo strumento della conoscenza come consapevolezza e comprensione di fatti, verità, informazioni che scava nel mondo della natura in un realismo che diventa magico. Da qui il titolo della mostra “radici”  dove è evidente un rapporto ambiguo tra attrazione e repulsione, arte realtà e filosofia. E si passa da un momento di surrealismo, riflessione, a disegni su carta che stanno davvero per le parole di Montale “la realtà è quella che si vede” . Giuliano Collina nelle sue opere è ambiguo tanto quanto Maggis ma i disegni sono rappresentazioni soggettive del reale dove il colore e l’ombra detengono importanza fondamentale.

La mostra sarà presso Spazio Enzo Pifferi in via Diaz 58, Como a partire da settimana prossima, ma con una breve inaugurazione rivolta ai più curiosi Venerdì 23 dalle ore 18:00. “Como, il lago, il territorio” questo il titolo che da voce ai disegni come rappresentanza di una realtà comasca vissuta dagli occhi dell’artista stesso che dipinge per un rapporto con gli oggetti, immersi nella quotidianità. Anzi nella propria quotidianità.

Più informazioni su