CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Piano neve, Como pronta:”Con l’aiuto di tutti”

Più informazioni su

Come per lo smog il Comune fa appello al senso di responsabilità dei cittadini in caso di precipitazioni abbondanti. Stanziati 350.000 euro sino a fine anno. Tecnici pronti a lanciare il pre-allarme.

 

 

 

“Il Comune di Como è pronto e nel Piano Neve sono definiti gli interventi che saranno a carico dell’amministrazione. Certamente, però, per minimizzare i disagi dovremo cercare di essere collaborativi e per questo ci rimettiamo al senso civico di ognuno”. Così Daniela Gerosa, assessore alle Strade e alla Mobilità del Comune di Como. in occasione della presentazione del piano neve.  “I contratti in essere scadranno solo alla fine dell’anno prossimo – prosegue Gerosa – e pertanto non sarà possibile prevedere nuovi appalti. Sulla base di quanto avvenuto negli ultimi anni, da qui a fine dicembre abbiamo previsto uno stanziamento di circa 350mila euro. Certamente in caso di situazioni eccezionali è ovvio che ci vorranno stanziamenti eccezionali”. I maggiori costi per il Comune, come sottolineato dall’assessore Gerosa, sono legati agli interventi per lo spargimento di sale. “ecco l’unica novità che abbiamo potuto introdurre e cioè è che le imprese interverranno solo dopo aver ricevuto l’ordine dal Comune e che, per evitare sprechi, la quantità di sale sparso, in condizioni normali, è stata fissata in 20 grammi al metro quadro”.

Saranno i tecnici comunali a verificare le temperature previste e sulla base di tali informazioni, che dovranno tenere conto anche delle strade dove intervenire (quartieri come Civiglio, Camnago e Sagnino, per esempio, presentano condizioni diverse rispetto al centro) saranno fissati i quantitativi di sale da spargere. La città suddivisa in sette reparti, assegnati ognuno ad un’impresa (circa 60 i mezzi spargisale e spazzaneve a disposizione, dotati si sistema Gps per il rilevamento della posizione). I direttori lavori incaricati di verificare il corretto svolgimento degli interventi sono tre tecnici del settore Strade, così come tre le fasi legate agli interventi: fase di pre-allarme, fase di allarme e fase di allarme continuato. In base ai datti raccolti negli anni precedenti il costo medio di una gelata, con un’intera giornata di interventi, è stato di 20mila euro, mentre  in caso di nevicate e gelate di 65mila euro. “Gli interventi saranno effettuati in tutta la città – aggiunge Gerosa – La precedenza sarà data alle vie principali per garantire la viabilità e quindi uomini e mezzi si sposteranno nelle vie secondarie. Stiamo lavorando anche per coinvolgere il maggior numero di volontari e gli Alpini e gli Scout hanno già risposto positivamente”. Presentato anche un volantino “Dalla neve si esce insieme. Piccoli accorgimenti per affrontare le nevicate” che è stato predisposto dal Comune di Como. “Si tratta di piccoli accorgimenti – conclude Gerosa –  semplici indicazioni che messe in pratica possono a contribuire a limitare i disagi”.

Più informazioni su