CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Sequestro Spinelli, molti dubbi: domani interrogatori

Più informazioni su

Gli inquirenti continuano a lavorare per fare chiarezza sull’incursione nella villa del ragioniere di Berlusconi: sospetto su 8 milioni ceduti loro. In cella anche il comasco Maier.

 

 

Tanti dubbi. Ancora da sciogliere e dissipare. Sono quelli ai quali lavorano anche gli inquirenti, legati al sequestro in casa (con la moglie) del ragioniere Giuseppe Spinelli, di fatto il “cassiere” di Silvio Berlusconi. Un commando ha fatto irruzione, ormai un mese fa, di notte e ha minaciato l’uomno e la consorte: “Abbiamo documenti in grado di ribaltare il processo del Lodo Mondadori – avrebbero detto – ma vogliano il denaro”. La richiesta sarebbe stata di 35 milioni di euro, ma i magistrati di Milano – lo hanno ascoltato nelle numerose intercettazioni tra gli indagati – stanno esaminando quella che potrebbe essere una tranches del pagamento, vale a dire una cifra di 8 milioni. Soldi che anche il comasco Alessio Maier, uno dei fermati, vista la sua vicinanza con la Svizzera, voleva portare all’estero. Ufficialmente, però, nessun riscatto è stato pagato.

Restano diversi dubbi, come detto. Anche quelli su come i sei (tutti fermati ieri) sono stati poi bloccati. Nel frattempo rimangono in carcere. La Procura di Milano ha chiesto la custodia cautelare per tutti (tre italiani tra cui Maier ndr) e per i tre albanesi finiti loro pure in cella perchè ritenuti complici a tutti gli affetti.

Più informazioni su