CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Follie anche a Como: nessuno “vola” il 21 dicembre

Più informazioni su

32 giorni a quella che, secondo i Maya, sarebbe la data della fine del mondo. Praticamente a vuoto le prenotazioni nelle agenzie di viaggio. E su internet impazzano le ipotesi. Rassicurazioni dalla Nasa.

 

 

 

Nessuno ci vuole credere, ma in tanti – sempre di più – ne parlano anche a Como e provincia. Nei bar, per strada, tra amici. Ne parlano anche e sopratutto per esorcizzare paura e preoccupoazione che l’avvicinarsi del 21 dicembre sta causando. 32 giorni ad oggi a quella che, secondo le profezie dei Maya, sarebbe la data della fine del mondo. E mentre gli scenziati cercano di rassicurare tutti con dati scientifici importanti, ecco che la paura sta prendendo il sopravvento. Anche a Como, la conferma arriva dalle agenzie di viaggio, nessuno vuole prenotare un viaggio aereo per quella data o un trasferimento con altro mezzo. Fatto sta che, al momento attuale, si possono trovare biglietti aerei a poche decine di euro per le porincipali destinazioni europee da Milano. La follia pure, poi, sta portando molte persone – dopo un tam tam mediatico su internet – ad andare verso un piccolo paese della Francia (Bugarach) dove, sempre secondo la prefezia Maya, solo chi si trioverebbe sulla montagna che lo sovrasta si salverebbe dalla catastrofe.

In queste ore, però, in un videolo scienziato NASA David Morris, rassicura che il 21 dicembre 2012 non ci sarà alcuna fine del mondo, e rispondendo ad una bambina di 12 anni che ha scritto all’ente governativo spiega la Verità su pianeta “Nibiru”, colui che sarebbe il protagonista della fine del mondo per i Maya. David Morris precisa che finora non ci sarebbe nessuna prova dell’esistenza di Nibiru, invitando chi dice di averlo osservato a fornire anche indicazioni sulla sua posizione, evidenziando che se l’avvicininamento del pianeta alla Terra è datato al dicembre 2012, allora sarebbe già visibile ad occhio nudo perché dovrebbe essere “già dentro l’orbita di Marte”.

Più informazioni su