CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

In giro con pistola giocattolo e timbri falsi del Comune

Più informazioni su

E’ accaduto stamane a Cantù. Intervento dei carabinieri dopo la segnalazione di un cittadino: due 20enni, tra cui un marocchino, fermati vicino alla caserma e denunciati. Non risultano furti in Municipio.

 

 

 

Erano in giro con pistola giocattolo -ma senza il tappo rosso regolamentare – un coltello da cucina (12 centimetri di lama), un cacciavite a taglio pericoloso e sopratutto con alcuni timbri del comune di Cantù. Con relativi codici identificativi. Tutto perfettamente – almeno sulla carta – in regola. Se nonchè che i due 20enni trovati in possesso di questa merce non potevano certo averla nella loro disponibilità. E’ successo stamane a Cantàù tra via Grassi e via Manzoni. Un cittadino segnala alla centrale operativa dei carabinieri di Cantù la presenza di un giovane armato e così sono scattate le ricerche. Concluse a poca distana dalla caserma dove una pattuglia ha individuato e fermato i due.

Entrambi di 20 anni, un canturino ed un marocchino. L’immigrati aveva in tasca dei pantaloni una torcia, l’amico lo zaino piano con pistola ed altre armi. Ma siopratutto i timbri del Comune dove, per la cronaca, non risultano essere stati compiuti furti di recente. Ma i dirigenti comunali, interpellati dai militari, hanno confermato che quei timbri sono del tutto regolari e sopratutto del Municipio. Resta il mistero: come se li sono procurati i due ? Da loro, come facile prevedere, nessuna indicazione. Muti ed attoniti. Merce sequestrata, i giovanis e la sono cavata con la denuncia a piede libero per ricettazione e possesso ingiustificato di armi.

Più informazioni su