CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Due rapine alla stessa banca, ma è scoperto

Più informazioni su

Indagine dei carabinieri di Cantù per risalire all’uomo: è un calabrese domiciliato a San Giuliano Milanese, già in cella per un altro colpo a Novara a luglio. Oggi ha ricevuto anche l’ordinanza del Gip di Como.

 

 

 

Lo hanno smascherato i carabinieri del reparto operativo di Cantù a quasi 6 mesi dall’ultima rapina. Tentata, ma senza portare via nulla dal Credito Valtellinese di Inverigo. Era il 19 giugno scorso. Era entrato nei locali a volto coperto e con la pistola in mano, ma i dipendenti erano riusciti a metterlo in fuga a mani vuote. A gennaio, giorno 30 per la precisione, era riuscito invece a portare via 300 euro proprio dalla stessa filiale con lo stesso modo: volto coperto da passamontagna e pistola in pugno.

L’indagine dei militari, complessa e con l’aiuto di molte telecamere di banche rapinate in Lombardia, è stata chiusa nelle ultime settimane. A loro giudizio l’autore è un 46enne calabrese domiciliato a San Giuliano MIlanese (V.V. le iniziali), già in cella ad Alba perchè arrestato dalla polizia a luglio dopo un tentativo di rapinare le poste di Carmagnola (Torino). Oggi l’uomo ha ricevuto dai carabinieri di Cantù l’ordinanza di custodia cautelare in carcere – dove già si trova – per i due colpi ad Inverigo. Stessa banca, stesse modalità, ora anche gli stessi guai.

Più informazioni su