CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Spaccio in carcere, mano pesante del giudice

Più informazioni su

Cinque anni e quattro mesi con il rito abbreviato per un agente della polizia penitenziaria del Bassone, arrestato un anno fa dai carabinieri. Cedeva dosi anche a colleghi, quattro gli altro indagati.

 

 

 

Non è stato certo tenero il Gup di Como Francesco Angiolini per l’agente di polizia penitenziaria sorpreso a spacciare hashish in carcere: a lui, Carmine Clericurzio, 27enne di Villaguardia, inflitti 5 anni e 4 mesi di reclusione (il Pm Astori che ha coordinato l’inchiesta aveva sollecitato 6 anni). Secondo il magistrato ed i carabinieri del reparto investigativo di Como, molto abili nel riuscire a riprendere tutta l’attività di spaccio, Clericurzio avrebbe ceduto dosi anche a colleghi all’interno del Bassone dove era in servizio. Indagini che, dunque, hanno coinvolto anche Sabato Colucci, di Cantù, rimviato a giudizio dallo stesso Gup per il prossimo aprile.

Hanno scelto invece di patteggiare la pena gli altri tre agenti indagati in questa inchiesta: si tratta di Mirko Cantaluppi (31anni di Bregnano, 16 mesi), Roberto Campone (38, Cadorago) e Davide Fossati (27, Casnate). Gli ultimi due hanno concordato con il giudice ed il Pm una pena di 18 mesi.

Più informazioni su