CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Libertas parte al rallentatore, poi si sblocca e vince

Più informazioni su

La formazione canturina di volley maschile ancora a punteggio pieno. Ma vincere a Crema non è stato facile: primi due set regalati agli avversari, poi un’imperiosa rimonta. Ottimo Bellini.

 

Un’altra maratona in trasferta per la Libertas Cassa Rurale Cantù, che esce
dal PalaBertoni di Crema con due punti (2-3 il finale) importanti dopo una lunga battaglia con la formazione di casa. La Reima Crema, neopromossa in B2 di volley maschile, è una nobile
decaduta del volley lombardo, con all’attivo numerose stagioni di serie A2
con tanto di promozioni in A1. Il pubblico cremasco si fa sentire e finisce
per condizionare anche alcune decisioni dei direttori di gara. Coach
Massimo Della Rosa schiera il sestetto delle ultime gare di campionato con
la diagonale Gerosa-De Luca (ancora una volta top scorer con 30 punti) i
centrali Robbiati e Monguzzi, i laterali Dordei e Ruggeri e il libero
Butti. Dall’altra parte l’allenatore Vittorio Verderio, che da
palleggiatore ha calcato diversi parquet di serie A, da Brugherio a
Montichiari fino alla stessa Crema, dispone del rientrante Bonizzoni come
laterale che con l’esperto palleggiatore Mazzonelli (43 primavere) mette in
seria difficoltà la fase di break canturina. Cantù ha pessime percentuali
in difesa e a muro, fondamentale che nelle prime quattro gare di campionato
è stato spesso decisivo. La partita cambia con l’ingresso di Alberto
Bellini su Alessandro Dordei in posto quattro. Cantù si ritrova e chiude
poi gli ultimi tre set senza eccessivi patemi d’animo.
“E’ stata quasi la fotocopia della sfida contro Brescia – commenta il
presidente della Libertas Ambrogio Molteni – non siamo riusciti a giocare
per due set. Penso che la squadra abbia patito anche l’arbitraggio e il
pubblico cremasco, decisamente caldo. Dobbiamo stare attenti a non lasciare
in giro troppi punti. La nota positiva del match è sicuramente la
prestazione di Alberto Bellini, un giocatore in cui personalmente credo
molto e che ha avuto qualche problema in avvio di campionato. Con lui,
Dordei e Ruggeri al 100% possiamo affrontare domenica la capolista Bergamo
ad armi pari. Sarà una grande partita e spero di vedere un grande e caldo
pubblico anche al Parini”.
Anche coach Massimo Della Rosa recrimina su quei due set di black-out un
problema che purtroppo si era manifestato anche lo scorso anno in serie A2.
“Sono stanco di queste partenze ad handicap. D’accordo, alla fine abbiamo
vinto e giocato anche bene, ma l’approccio alla gara deve cambiare. Così
non è ottimale. Sembra sempre che stiamo ad aspettare che siano gli
avversari a sbagliare. Poi gli avversari non sbagliano e così ci troviamo
sotto”.
Reima Crema 2
Libertas Cassa Rurale Cantù 3
(25-22 25-20 11-25 20-25 11-15)
Libertas Cassa Rurale Cantù: Monguzzi 6, Ruggeri 8, De Luca 30, Dordei 4,
Gerosa 2, Bellini 15, Robbiati 10, Butti (L), Gerosa. N.E.: Verga, Zago,
Panighini e Laneri (L2). All. Massimo Della Rosa
Nella foto di Simone Milanta Alberto Bellini in attacco. Decisivo il
suo apporto oggi nella vittoria di Crema

 

Più informazioni su