CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Libertas rullo compressore: steso anche l’Iglesias

Più informazioni su

Netto 3-0 della formazione brianzola nella terza giornata del campionato di volley maschile di B1: i sardi spazzati via con autorità. Dordei migliore della serata, la soddisfazione di coach Della Rosa.

 

 

La Libertas Cassa Rurale Cantù non si ferma, mantiene l’imbattibilità e conquista il secondo 3-0 consecutivo al Parini, sconfiggendo 3-0 la Comer Iglesias nella terza giornata del campionato di serie B1 di volley maschile. Il protagonista a inizio partita è Dario Monguzzi che mette a terra tre dei primi quattro punti canturini (un attacco e due muri per il 4-2 iniziale). Le squadre sbagliano molto soprattutto al servizio ad eccezione di Francesco De Luca che mette a terra due ace e da il massimo vantaggio ai canturini (8-4 al primo time out tecnico). Iglesias si riporta sotto in virtù del doppio errore di Dordei e impatta sul 10-10 con il muro di Francesconi, prima di mettere la freccia con Della Nave, obbligando coach Della Rosa al primo time out discrezionale (10-11). All’uscita del time out Ardu fallisce il servizio e chiudo il break di 5-0 per i sardi. Cantù riesce a rimettere la testa avanti con il muro della coppia Monguzzi-De Luca prima (13-12) e di Ruggeri poi (14-12). Coach Lai decide di parlarci su e chiama time out. Ma la musica non cambia perché ancora Ruggeri con un muro riporta Cantù avanti di tre lunghezze, stesso divario con cui si va alla seconda sospensione tecnica (16-13 per i brianzoli). Cantù è presente a muro costringendo i sardi all’errore in attacco e allungando ancora sul 17-13. L’attacco out di Francesconi porta Cantù sul +5 (21-16) e coach Lai sfrutta anche il suo secondo time out anche se il doppio muro di Dordei fa crescere il divario tra le due formazioni (23-16 Cantù).  E’ ancora un muro di Dordei a mettere la parola fine al primo set, chiuso da Cantù sul 25-17).

 

Inizio del secondo set in equilibrio con Cantù che piazza il primo break con De Luca che da il 4-2 ai canturini con un ace e un attacco da seconda linea. Cantù allunga ancora sul 8-4 con due punti filati di Dordei e un errore in attacco degli ospiti (8-4 il punteggio al primo time out tecnico). Dopo il minuto di pausa Iglesias riesce a realizzare un minibreak di 2-0 portandosi a -2 (8-10 prima, 9-11 poi), accorciando ancora e portandosi sul meno uno (11-12) con un ace di Stangoni. Gerosa chiama spesso in causa Robbiati che risponde bene, almeno nel fondamentale dell’attacco. Così come bravo da posto 4 è Dordei, protagonista assoluto della prima metà di set. Cantù torna avanti di 3 punti grazie ad un fallo in palleggio di Iglesias ma Robbiati manda out il servizio, ristabilendo le distanze (115-13). Si fa ancora sotto Iglesias, che con un doppi attacco di Francesconi impatta sul 15-15. Dopo uno scambio molto appassionante è il muro ancora una volta di Dordei a mandare le squadre al secondo tempo tecnico (16-15). Tutti gli scambi sono molto belli e appassionanti con ottimi gesti tecnici da ambo le parti. Il muro di De Luca da il doppio vantaggio a Cantù e Lai ferma il gioco chiamando Time Out (19-17). Cantù allunga ancora sul 22-18 con il mani out di De Luca . Iglesias ferma ancora il gioco ma Robbiati aumenta il divario. Cantù spinge ancora e l’ace di De Luca da il primo di sei set point alla Cassa Rurale, subito sfruttato dall’opposto canturino che chiude il parziale con un altro ace. (25-18).

 

Cantù riprende da dove aveva iniziato, cioè con un ace, firmato questa volta da Monguzzi e va subito avanti. Iglesias però conquista il primo break (1-3) grazie a tre errori consecutivi della Cassa Rurale. Il distacco degli isolani cresce ancora e si va al primo tempo tecnico con Iglesias avanti 8-5). Iglesias allunga ancora con l’ace di Della Nave, ma è lo stesso opposto a mandare in rete un attacco (6-9). Cantù sembra non riuscire a rifarsi sotto ma trova le energie e con una serie di muri impatta a quota 12. Lai chiama time out e Stangoni, con un muro sul pallonetto di De Luca chiude il parziali canturino. Francesconi, con un ace, riporta a +2 i suoi (14-12). Balsamo è on fire in attacco e sigla il 15-13 prima e il 16-13 poi. All’uscita dal time out tecnico i sardi allungano ancora e si portano a +4 prima che i muri di Monguzzi  riportino a contatto la Cassa Rurale (17-15). L’attacco di De Luca, dopo una gran difesa della coppia Butti-Dordei riporta sotto Cantù. De Luca non riesce nel bis e Iglesias si riporta a +2 (19-17). Ma Cantù non ci sta a deporre le armi e con un 3-0 rimette il naso avanti con due muri di Ruggeri e un attacco out di Francesconi. Coaha Lai chiama il time out e un primo tempo di Usai riporta il match in parità 20-20. De Luca mette in difficoltà prima la ricezione isolana e poi in attacco porta Cantù sul +2 (22-20). Subito dopo Robbiati sigla il +3 a muro. La Cassa Rurale non si ferma più e un ace di De Luca da il primo match point a Cantù (24-20). De Luca sbaglia il servizio. E’ un primo tempo di Robbiati a chiudere il set e il match (25-21).

 

“Abbiamo giocato una una buonissima partita contro una squadra difficile da affrontare che ha difeso veramente tutto. Siamo stati bravi a rimanere lucidi e molto efficaci nel fondamentale del muro. Anche il servizio è andato bene e ci ha consentito di farli attaccare con palla staccata”, ha commentato il coach canturino Massimo Della Rosa.

LIBERTAS CASSA RURALE CANTU’ –  COMER IGLESIAS 3-0 (25-17, 25-18, 25-21)

LIBERTAS CASSA RURALE CANTU’:  Gerosa, De Luca 21, Ruggeri 9, Dordei 11, Monguzzi 7, Robbiati 10, Butti (L1), Zago, Sala, Bellini, Verga, Panighini, Laneri (L2). All: Della Rosa. Ass: Redaelli.

COMER IGLESIAS: Ardu, Della Nave 13, Balsamo 4, Francesconi 11, Usai 5, Stangoni 4, Taliani (L), Mosca, Murenu, Spiga, Rinaldi. All: Lai, Ass: Miconi.

 

(Nella foto di Simone Milanta la grinta di Alessandro Dordei, migliore in campo per Cantù)

Più informazioni su