CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Esami di teoria per conto terzi: sette arrestati

Più informazioni su

La colossale truffa scoperta dalla Polstrada di Torino. Base operativa proprio a Como dove agiva il presunto responsabile dell’organizzazione. Ecco i nomi dei fermati. Chiedevano anche 3.000 euro.

 

 

 

Base operativa a Como. Con ramificazioni in tutta Italia. E’ stata la Polstrada di Torino a smascherare l’organizzazione dedita alle patenti taroccate con esami sostenuti da alcuni componenti della banda – in tutto 52 indagati -per conto di terze persone. Che, formalmente, sostenevano l’esame di teoria per conseguire la patente stando a casa. Certo, questo “servizio” aveva un prezzo ed anche bello caro: si arrivava persino a chiedere 3.000 euro a volta per fare l’esame per altri. Con documenti abilmente contraffatti. A capo di questa organizzazione, secondo la Polstrada che nelle ultime ore ha eseguito sette ordinanze di custodia cautelare in carcere, cis arebbe stato Rosario Fiocco, 40enne, comasco, già noto alle forze dell’ordine. In carcere con lui anche Emanuele Cagnano (34, Como) e Giuliano Bergamasco (53, Lainate). Per altri quattro il Gip di Torino ha concesso gli arresti domiciliari: tra di loro anche Sonia Spanò, 34 anni, comasca, lei pure componente della banda delle patenti facili.

Le accuse contestate a tutti gli indagati, compresi coloro che sono stati solo denunciati e non arrestati, sono di falso ideologico, sostituzione di persona e fabbricazione di documenti falsi. Ficco è stato arrestato dagli agenti della Polstrada a Roma mentre era con alcuni dei suoi uomini di fiducia: stavano per sostenere un esame per conto di altre persone quando sono scattate le manette.

Più informazioni su