CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

“Leone” Ardito:”Brutto stop, ora subito il riscatto”

Più informazioni su

Il capitano del Como ospite di “Curva biancoblù” questo pomeriggio. Pensiero già a domenica dopo la sconfitta con il Pavia. A 35 anni lotta come un ragazzino:”Ho ancora tanta voglia di dare a questa maglia…”.

 

 

 

Un “leone” anche fuori dal campo. E per questo i tifosi del Como lo ammirano e lo amano. Andrea Ardito è stato il protagonista, a parole, di “Curva biancoblù” questo pomeriggio sulle frequenze di CiaoComo Radio. Un lungo intervento in diretta per rispondere agli ascoltatori e per dare la carica ai suoi compagni dopo il ko di ieri con il Pavia:”Se penso a questa partita – ha ammesso il capitano – mi viene ancora rabbia. Era più giusto il pari, ci siamo andati vicino anche se in inferiorità numerica. L’espulsione di Lisi ? Secondo me eccessiva, in particolare il primo giallo”.

Da Ardito, poi, un invito ai compagni:”Dimentichiamo la sconfitta di ieri e ripartiamo. Con la voglia di migliorarci sempre. Ogni settimana. Anche domani, alla ripresa, dobbiamo cercare di essere subito pronti. Domenica a Bolzano non sarà facile, ma non vedo l’ora di essere lì, in campo. Possiamo andare a riprendere i tre punti persi ieri, ma dobbiamo essere uniti e concentrati”. Dal “leone” azzurro anche un segreto su come a 35 anni ha ancora la voglia di un ragazzino:”Mi alleno e gioco con tanta voglia – ammette – perchè mi piace tanto questo sport. E quando devo stare fermo come settimana scorsa (soffre di un serio problema alla schiena che spesso lo costringe a fermarsi per il dolore ndr) sembro una belva in gabbia. Chiedetelo a mia moglie che non mi sopporta quando sono a casa così. Ma posso assicurare che gli anni non pesano – ha rilanciato Ardito -. Credo di avere ancora tanto da dare a questa maglia. E quando smetterò, mi piacerebbe restare al Como a fare altro…”.

Infine la sostituzione di ieri con il Pavia. Tanti sms di protesta dei tifosi contro mister Paolucci per questo cambio. Ardito, però, svela che il mister non c’entra nulla:”Ho chiesto io di uscire – precisa – perchè non ne avevo più. Ero davvero stremato dopo una settimana quasi senza allenamenti. Non potevo restare in campo in quelle condizioni”.

Più informazioni su