CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como, passo falso: il Pavia sbanca il Sinigaglia

Più informazioni su

Azzurri superati per 2-1 dopo essere passati in vantaggio con Giampà. Poi gli avversari reagiscono e ribaltano la partita in pochi minuti. Grosse proteste per un rigore non fischiato nel primo tempo.

 

 

 

Arriva la prima sconfitta della stagione per i ragazzi di mister Paolucci e giunge in una bellissima giornata di sole al Sinigaglia, il  derby va al Pavia per 2 a 1. La forza della formazione di mister Roselli è certamente la difesa, poco perforata fino a questo punto della stagione, mentre da parte azzurra è proprio il reparto difensivo a destare maggiore preoccupazione al mister con vuoti preoccupanti che permettono alle punte avversarie di trovare tempi e spazi per far male. Ancora una volta si è costretti a registrate questa difficoltà e, mentre altre volte, si era riusciti a risolvere mettendo dentro parecchie reti, quest’oggi la difesa ospite ha chiuso la saracinesca. Como che passa in vantaggio nella ripresa, dopo mille difficoltà, e non riesce a mantenere il risultato mentre gli ospiti in soli cinque minuti vanno a segno ben due volte e si portano a casa tre punti. L’avvio vede i lariani provare a spingere con appoggi verso Donnarumma inventati da Tremolada ma la difesa ospite respinge senza grosse fatiche. Si arriva al 18’ quando il Como crea un’azione da gol, è Benvenga che lancia in profondità Cia che di testa mette in area per il bomber Donnarumma che cerca il pallonetto ma la sfera supera di poco il legno della traversa. Un minuto più tardi grandi proteste azzurre per un netto fallo di mano di Di Chiara in area ma l’arbitro non se la sente di fischiare il penalty.

La partita scorre via col Como sempre alla ricerca degli spazi per pungere e col Pavia chiuso nella propria trequarti. Lisi ci prova un paio di volte dalla sinistra con alcuni rasoterra ma Teodorani non fa sorprendere, Giampà assume una posizione strana a ridosso dell’attacco lariano sconfinando non poche volte a fungere da centroavanti mentre Donnarumma arretra alla ricerca di palloni giocabili. Bene Cia in fascia che supera spesso l’avversario diretto ma nessuno è pronto a raccogliere gli inviti. La ripresa comincia sulla falsa riga della prima parte col Como alla ricerca della rete che arriva al 20’ con una bella mezza rovesciata di Giampà e palla che s’infila nel sette della porta pavese. Tutto sembra mettersi per il meglio ma dalla panca amaranto arrivano due cambi che cambiano volto alla formazione ospite. E’ il 32’ quando Mezacolli da destra si accentra e lascia partire un rasoterra che sorprende Micai sul primo palo.  Gli ospiti ci credono e al 37’ raddoppiano con Beretta che, libero in area, trova il bolide nel sette della porta di Micai. E’ una doccia gelata per i giocatori e i tifosi, mister Paolucci manda in campo Scialpi e Torregrossa ma gli ospiti tornano a chiudersi e per il Como è troppo tardi. Arriva il primo stopo dell’anno dopo l’eliminazione dalla Coppa. Peccato.

 

 

Più informazioni su