CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

“Polveriera” Pirellone: Rinaldin sospeso dal Pdl

Più informazioni su

Si chiude una delle settimane peggiori per la Regione: l’arresto dell’assessore Zambetti, la condanna del consigliere comasco. E il presidente Formigoni vuole restare con una nuova giunta.

 

 

 

 

Una polveriera incandescente. Il “Pirellone” di Milano, sede della Regione, sta vivendo giorni difficilissimi tra arresti (assessore Zambetti, tuttora in cella per presunto voto di scambio) e polemiche (Pd che continua a chiedere iltutti a casa). Ma il presidente Formigoni (nella foto a lato)  non sembra sentirci nel farsi da parte: ieri ha formalmente accettato le dimissioni di tutti i suoi assessori con l’intenzione – espressa dopo un vertice con la Lega – di ripartire con una giunta nuova di zecca e minori assessori. Tempi una settimana e dovrebbe essere pronta. Ma i leghisti, oggi riuniti nel Consiglio federale, sembrano orientati per una fiducia a tempo: ipotesi che caldeggiano ilvoto in primavera del 2013.

Clima incandescente, come detto. E in questo contesto ecco anche la conferma – da fonti della Regione – che il Pdl ha sospeso proprio in queste ore il consigliere Gianluca Rinaldin, comasco, dopo la condanna rimediata lunedì a due anni e mezzo per truffa e falso ideologico per la vicenda dei presunti aiuti ricevuti quando era ancora assessore provinciale. Rinaldin, che si è sempre detto estraneo, ha già annunciato il ricorso in appello. La decisione della sospensione è arrivata direttamente dai vertici nazionali del partito.

Più informazioni su