CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Erba: a Lariofiere arriva “La passione per il delitto”

Più informazioni su

Nuova location e formula per il festival di narrativa poliziesca. Una due giorni non stop – sabato 20 e domenica 21 ottobre – di incontri letterari, aperitivi con l’autore, laboratori per bambini e corsi di scrittura creativa.

 

 

Nuova location e formula per il festival di narrativa poliziesca “La passione per il delitto”. La kermesse, giunta alla undicesima edizione, si sposta quest’anno a Lariofiere di Erba. Una due giorni no stop – sabato 20 e domenica 21 ottobre – di incontri letterari, aperitivi con l’autore, laboratori per bambini, corsi di scrittura creativa. “Una nuova location della quale siamo molto contenti e molto ottimisti – spiega alla redazione Paola Pioppi, ideatrice e organizzatrice del festival – anche perché, dopo dieci anni, alle spalle del festival ci sarà una vera struttura organizzativa. Siamo sempre stati un gruppo di volontari e questo cambio di location ci da molte energie in più”. Autori italiani e stranieri in calendario, a partire da Carlos Salem che aprirà il festival e che presenterà il suo ultimo romanzo “Nuda è la morte”, a seguire la scrittrice turca Esmahan Aykol con “Appartamento a Istanbul”, sempre sabato una delle regine del noir francese, Dominique Manotti che presenta il suo ultimo romanzo “Doa, l’onorata società”.

“Ospito sempre con piacere gli autori che arrivano dall’estero – aggiunge Paola Pioppi – in particolare questi tre autori faranno un’unica tappa italiana, che sarà proprio quella del nostro festival. E anche con tutti gli autori italiani c’è un forte legame”. Tra gli autori italiani: Massimo Carlotto, Rosa Mogliasso, Valerio Varesi, Patrick Fogli e Piero Colaprico. Tra le chicche di questa nuova edizione due pubblicazioni che escono proprio nei giorni del festival:  “La felicità è un muscolo volontario” di Rosa Mogliasso il giorno prima e “Undercover. Niente è come sembra” di Roberto Riccardi, quattro giorni dopo kermesse. “ Rispetto alla struttura precedente, con 15 giorni di festival – spiega ancora Paola Pioppi – abbiamo deciso di fare una scelta più concentrata con una struttura più simile a tutti gli altri festival che avvengono in Italia. Due giorni ricchi in cui si inizia alle 12 e si finisce verso e le 19.30, tra l’altro con un’accoglienza per il pubblico che prevede anche il brunch e l’aperitivo”. Non mancheranno i laboratori per i bambini e la presenza delle forze dell’ordine. “ Sono iniziative molto apprezzate dal pubblico – conclude l’ideatrice e organizzatrice del festival – Ci saranno degli spazi dedicati sia dal punto di vista espositivo, sia dei momenti riservati”. Importante novità di questa undicesima edizione, è inoltre l’allestimento di una fiera della piccola e media editoria, organizzata dal polo fieristico Lariofiere, alla quale hanno aderito una trentina di case editrici, alcune delle quali arriveranno a Erba con novità in catalogo. Ogni iniziativa organizzata all’interno della manifestazione – incontri, laboratori, esercitazioni e corsi, mostre, aperitivi e brunch – è a partecipazione gratuita.

 

Il programma:

 

SABATO 20 OTTOBRE

 

Ore 12

Brunch con Carlos Salem e Esmahan Aykol

Con Luca Crovi

 

 

Carlos Salem, Nuda è la morte, Marco Tropea

In un campo di nudisti della Murcia qualcuno deve morire. Ma chi? È quello che intende verificare il Numero Tre, uno dei più spietati assassini a pagamento della società di sicari nota come l’Azienda. Peccato che il Numero Tre si nasconda dietro l’anonima figura di Juanito Pérez Pérez, un timido rappresentante di medicinali sulla soglia dei quarant’anni, in vacanza con i suoi figli. Che in quel camping trova la sua ex moglie, un giudice in prima linea nella lotta contro il crimine, un amico d’infanzia e altri personaggi movimentati. Ma anche Andrés Camilleri, professore in pensione e scrittore di successo, omaggio di Salem allo scrittore italiano.

 

Esmahan Aykol, Appartamento a Istanbul, Sellerio

Kati Hirschel, quarantenne anticonformista, appassionata di gialli tanto da aprire a Istanbul una libreria specializzata, anche questa volta è alle prese con un caso che la coinvolge in prima persona. Osman, tipo losco gestore di parcheggi, viene ucciso poco dopo un alterco con Kati. Solare e intuitiva, fin troppo curiosa, la libraia con l’hobby dell’investigazione inizia a indagare. La Aykol torna in Italia a presentare il suo terzo giallo, con una protagonista dinamica e anticonformista in una Turchia che fatica a incontrare l’occidente.

 

Ore 14

Esercitazioni e simulazioni di indagine, a cura dei Carabinieri della Compagnia di Como

 

Ore 15

Dominique Manotti

Con Luca Crovi

 

Dominique Manotti – Doa, L’onorata società, Marco Tropea

A Parigi viene compiuto uno strano omicidio, che getta ombre drammatiche su una campagna elettorale dominata dal candidato della destra, il populista Guérin. Il morto si chiamava Soubise, e lavorava come poliziotto distaccato al Cea, l’ente per l’energia atomica. Due individui si sono introdotti in casa sua per copiare il contenuto del suo computer, e il furto si è trasformato in tragedia. Soubise indagava sui movimenti di un grande gruppo industriale. Molte persone sono interessate a insabbiare la vicenda. C’è però un ostacolo: tre giovani ecologisti, collegati illegalmente al pc di Soubise per sottrargli i dati, hanno assistito in diretta all’omicidio.

 

Ore 16

Massimo Gardella

Con Cecilia Scerbanenco

 

Massimo Gardella, Il male quotidiano, Guanda

Il grande fiume si snoda nella pianura tra alberi secolari, barche e ponti, indifferente ai pesci mostruosi che popolano le sue acque e all’orrore che un giorno si sprigiona sulle sue sponde. Un brutale ritrovamento segna l’inizio della nuova indagine dell’ispettore Remo Jacobi, uomo di cinquant’anni disilluso, divorziato e senza figli. O così dice. Vive con l’anziano padre rumeno in un borgo rurale e il suo curriculum di poliziotto è ormai composto di casi che ha scelto deliberatamente di affossare. È convinto che un velo di male puro si sia sovrapposto alla realtà quotidiana e si è rifugiato nella misantropia per sopravvivere a un mondo che percepisce sempre più incomprensibile e ostile.

 

Ore 17

Rosa Mogliasso

Con Chiara Beretta Mazzotta

 

Rosa Mogliasso, La felicità è un muscolo volontario, Salani

Nella vita di Barbara Gillo manca un po’ di sole. Più esattamente, quello che l’incostante fidanzato nonché collega palermitano Massimo Zuccalà ha spento quando si è rifiutato di trascorrere con lei il Natale. Per fortuna che Barbara può contare sul suo lavoro, che, al contrario del fidanzato, non la tradisce mai: la notte della vigilia risolve brillantemente un caso di pellicce rubate dall’appartamento di sua sorella Meri e subito dopo è alle prese con il ritrovamento dei corpi della ex contessa Elisa Prunotti Mappei e di un senzatetto. Esiste un collegamento tra i due delitti?

Ore 18

Aperitivo con Giuseppina Torregrossa

Con Nicoletta Sipos

 

Giuseppina Torregrossa, Panza e prisenza, Mondadori

Palermo. Un’estate caldissima. E tre poliziotti che più diversi non si potrebbe: il questore Lobianco, severo e forte, Rosario D’Alessandro detto Sasà – amante del cibo e delle donne, affetto da un curioso disturbo della lacrimazione che fa sì che pianga quando si eccita – e Marò Pajno, affascinante e volitiva, relegata in un noioso commissariato di quartiere. I tre sono uniti sin dai primi anni di servizio da un’amicizia più forte di tutto. Tanto che Marò, attratta da entrambi, ha finito per non concedersi a nessuno dei due… Intanto Sasà viene incaricato di braccare un boss ricercato da anni e Marò si trova alle prese con l’omicidio, avvenuto sulla pubblica piazza, di uno dei più noti penalisti palermitani


 

DOMENICA 21 OTTOBRE

 

Ore 12

Aperitivo con Valerio Varesi

Con Cecilia Scerbanenco

 

L’autore del commissario Soneri, in una conversazione a tutto campo, tra narrativa, poliziesco, fiction e tv.

 

Ore 13

Brunch con Stefano Piedimonte e Salvatore Piscicelli

Con Marco Proserpio

 

Stefano Piedimonte, Nel nome dello zio, Guanda

Lo Zio è un boss della camorra, lucido, spietato, con un grande talento imprenditoriale. Un leader e un affarista nato, due doti decisive nei Quartieri Spagnoli. Ha però una fatale debolezza: il Grande Fratello. Non si perde una puntata neanche quando è costretto a vivere in latitanza, braccato dall’agente di polizia Woody Alien, così soprannominato per la bruttezza intellettualoide, che potrebbe incastrarlo grazie a un misterioso informatore. Allora i guaglioni dello Zio – Alberto ’o Malamente, Germano Spic e Span, Sandruccio la Zitella, Pasquale Bruciulì e Biagio ’o Femminiello – arruolano un “bravo ragazzo” per mandargli un messaggio dalla Casa: il pusher Anthony, ventenne incensurato. Dopo un estenuante addestramento, Anthony riesce a superare il provino ed entra nel cast.

 

Salvatore Piscicelli, Vita segreta di Maria Capasso, Edizioni e/o

Siamo a Napoli. Maria è sposata con un operaio e ha tre figli, fa la manicure a mezzo tempo e vive in un modesto appartamento nelle case popolari alla periferia della città. Una famiglia come tante, relativamente povera ma dignitosa e, malgrado tutto, passabilmente felice. Poi il destino si mette di traverso. Il marito si ammala gravemente e nel giro di pochi mesi muore. La paura di non farcela, la certezza di un impoverimento ulteriore, lo spettro della miseria… Però Maria non è di quelle che si arrendono: per la sua famiglia, come ogni buona madre, è disposta a fare qualsiasi cosa. Ha 37 anni, è una donna attraente, e ha coraggio e intraprendenza. Diventa l’amante di Gennaro, ricco proprietario di un autosalone. Un giorno Gennaro le propone di trasportare un carico di cocaina da Napoli a una città della Svizzera. Ma è solo il primo passo…

 

Ore 14

Dimostrazione del Nucleo Cinofili della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Como

Per tutta la giornata, presenza di un elicottero del Roan di Como, Reparto Operativo Aeronavale

 

Ore 15

Massimo Carlotto

Con Elisabetta Bucciarelli

 

Massimo Carlotto, Respiro corto, Einaudi

Come una danza leggera e sapiente, ma implacabile, Carlotto ci conduce nella orgogliosa arroganza del nuovo crimine. E racconta da par suo una grande storia, che spazia dai boschi radioattivi di Cernobyl ai caveau delle banche svizzere. Con una irresistibile gang di privilegiati. Zosim, Sunil, Giuseppe, Inez. La Dromos Gang. Si sono conosciuti studiando Economia a Leeds. Brillanti, impeccabilmente vestiti, del tutto amorali ma tra loro fraterni, quattro giovanissimi con pesanti famiglie alle spalle piombano su Marsiglia da ogni parte del globo, per prendersela tutta. Sono convinti che il mondo è di chi corre veloce come il denaro, di chi corre più veloce di tutti, e il resto non merita di vivere. È subito guerra con i vecchi arnesi.

 

Ore 16

Piergiorgio Pulixi e Roberto Riccardi

Con Silvia Passini

 

Piergiorgio Pulixi, Una brutta storia, Edizioni e/o

Quella dell’ispettore Biagio Mazzeo non è una famiglia normale. È composta solo da poliziotti, un clan molto unito, un branco dove si combatte insieme contro il crimine. Ma Mazzeo e i suoi ragazzi non sono poliziotti comuni: sono una banda di sbirri corrotti in seno alla Narcotici, che dopo una feroce guerra di bande contro il narcotraffico hanno preso il controllo delle strade con pugno di ferro. Ma quando sulla loro strada spunta il cadavere di un criminale ceceno le cose si complicano imprevedibilmente. E per uscire da questa brutta storia Biagio Mazzeo dovrà scendere a patti con la sua stessa anima.

 

Roberto Riccardi, Undercover. Niente è come sembra, Edizioni e/o

Rocco Liguori e Nino Calabrò crescono insieme in un paesino dell’Aspromonte, ma presto prenderanno strade diverse. Agente undercover della Direzione antidroga il primo, esponente di spicco di una ’ndrina dedita al traffico degli stupefacenti il secondo. L’Onorata Società e lo Stato, il coltello e la chiave. Fra loro, sette tonnellate di cocaina in viaggio dall’America latina verso l’Italia e la misteriosa scomparsa di un agente infiltrato, un’affascinante trafficante colombiana e un generale messicano passato nelle file degli Zetas.

 

Ore 17

Patrick Fogli

Con Mauro Migliavada

 

Patrick Fogli, La puntualità del destino, Piemme

Alessia ha quattordici anni da un mese. Una ragazzina come tante, che va a scuola e gioca a pallavolo. Dopo una pizza con le compagne di squadra ha appuntamento con sua madre per tornare a casa. Ma all’ora stabilita di lei non c’è traccia. Sparita nel nulla. Poco dopo Alessia è un nome su un foglio nelle mani dei carabinieri, un volto sorridente che i giornali e le televisioni esibiscono come un trofeo. Diritto di cronaca, lo chiamano. E il circo mediatico che si scatena si fa più grottesco a mano a mano che i giorni passano. Claudio Zanetti, un giovane immigrato di seconda generazione, sembrerebbe essere l’ultima persona ad aver visto la ragazzina. Mentre la gente del paese annusa già la tragedia ed è certa di aver trovato il suo colpevole, c’è qualcuno che ha più fretta di ritrovare Alessia, e trovarla viva.

 

Ore 18

Aperitivo con Piero Colaprico

Con Paola Pioppi

Conversazione a tutto campo con il giornalista e autore del maresciallo Binda.

 

 


Più informazioni su