CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

E’ libero l’uomo che ferì Denise con la carabina

Più informazioni su

La decisione è stata presa dal Gip di Como dopo la richiesta del difensore dell’assicuratore di Monteolimpino. A giugno lo sconcertante episodio. Ma lui ha sempre negato di aver voluto mirare in strada.

 

 

 

 

Inchiesta conclusa. E così, di fatto, vengono meno le esigenze cautelari che hanno tenuto fino ad ora Leonardo Zarrelli, 50enne assicuratore di Monteolimpino, agli arresti domiciliari. Il legale dell’uomo, Massimo Di Marco, ha chiesto a Procura e Gip la remissione in libertà ad accertamenti conclusi. Detto e fatto. Dal Pm un sostanziale via libera, il giudice ha ratificato dunque la fine delle esigenze per gli arresti domiciliari. Zarrelli è finito nei guai lo scorso mese di giugno dopo la vittoria dell’Italia in semifinale ai campionati Europei di calcio contro la Germania. E’ uscito sul balcone ed ha esploso alcuni colpi con la sua carabina. Uno di questi è finito in strada – nella sottostante via Bellinzona – ed ha poi raggiunto la piccola Denise, 10 anni, sull’auto dei genitori di ritorno a casa. Ferita alla schiena e poi operata a Milano, mai in pericolo di vita. Zarrelli è stato identificato dopo pochi giorni dai carabinieri del reparto operativo di Como ed arrestato. Ma lui ha sempre negato con decisione di aver voluto colpire auto in transito.

Più informazioni su