CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il Comune mette in vendita le quote della Serravalle

Più informazioni su

L’indicazione è della giunta di Como, ora dovrà essere ratificata domani sera dal consiglio comunale. Tempi stretti, l’assessore al bilancio Pusterla:”Occasione unica, non possiamo perdere questo treno”.

 

 

 

 

La giunta di Como cerca altri soldi. E così ha deciso  di mettere in vendita le proprie quote della Milano Serravalle, società che gestisce una rete di infrastrutture al servizio del territorio milanese e lombardo, concessionaria fino al 2028 della A7 da Milano a Serravalle Scrivia e delle tre tangenziali milanesi Ovest, Est, Nord. La proposta di delibera, che dovrà essere iscritta con urgenza, sarà sottoposta all’esame del consiglio comunale nella seduta di domani sera (mercoledì 26 settembre) del consiglio comunale di Como. A dare l’annuncio della decisione è stato l’assessore al Bilancio Giulia Pusterla, nel corso della riunione della commissione IV, riunita proprio ieri per discutere della situazione generale delle aziende partecipate dal Comune e delle future prospettive. “Siamo stati invitati giovedì scorso dalla Provincia di Milano ad una riunione fissata per il giorno successivo – spiega l’assessore Giulia Pusterla – In quella sede la Provincia e il Comune di Milano ci hanno comunicato l’intenzione di vendere, ed incassare, le proprie quote entro la fine dell’anno, predisponendo una gara internazionale. Si tratta per noi di un’occasione unica e se perdiamo questo treno non avremo più alcun appeal. Unirci a questa cordata consente di vendere l’assoluta maggioranza della società. Il problema di questa operazione sono i tempi, lo riconosco, perché per il 27 settembre dobbiamo confermare la nostra adesione o rifiutare la proposta. Da qui la necessità di correre e di sottoporre con urgenza al consiglio la delibera nella seduta del 26 settembre”. Il Comune detiene un pacchetto di quote pari allo 0,2%  e nel caso in cui la vendita andasse a buon fine potrebbe incassare circa un milione e 200mila euro.

Più informazioni su