CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Festa: Cantù porta la Supercoppa in piazza Garibaldi

Più informazioni su

Ieri il trionfo a Rimini contro Siena, questa sera tifosi e giocatori uniti in centro città. Da marted’ la qualificazione all’Eurolega. La gioia di Trinchieri:”La società si meritava questo riconoscimento”.

 

 

 

La festa di Cantù, iniziata ieri sera e proseguita con festosi caroselli di auto in città anche nelle ore notturne, arriva stasera nel cuore della città brianzola. Squadra e dirigenti, reduci dal successo in Supercoppa italiana a Rimini contro Siena, saranno stasera alle 18,45 nella centralissima piazza Garibaldi. UN modo di essere vicini a città e tifosi dopo questo importante trofeo portato a casa. L’iniziativa è organizzata dall’Associazione tradizione canturina in collaborazione con gli Eagles. Facile prevedere una notevole presenza di supporters e difficoltà al traffico di tutta la zona. La squadra, intanto, dopo la festa di oggi si deve preparare – con concentrazione massima – al torneo di qualificazione per l’Eurolega in programma da martedì sera a Desio. Primo avversario dei biancoblù la Lukoil Academic.

Coach Trinchieri, intanto, si gode il successo della sua squadra – ieri sponsorizzata Mapooro – contro i toscani. Il suo pensiero va subito alla società, ai dirigenti:”Credo che questa società meritasse un riconoscimento per quello che sta facendo e questa sera siamo riusciti a portare a casa la partita. La cosa che mi fa più piacere, aldilà della vittoria contro una squadra che ci aveva battuto più volte, è il modo in cui questo successo è arrivato e in cui i miei giocatori hanno reagito nel secondo tempo”. E poi l’analisi tecnica del match contro Siena. Difficile ed in salita all’inizio, poi tutto in discesa:”Nei primi due quarti infatti – ha continuato il coach di Cantù – ci hanno un po’ spazzato via fisicamente e abbiamo commesso il grave errrore di non attaccare il canestro, ma di sperare che succedesse qualcosa. Nel secondo tempo invece la squadra ha reagito, ha cambiato registro e lo si è visto con le palle vaganti che sono diventate bianche e non più verdi. Questo ci ha dato una grandissima tranquillità perchè sapevamo di essere in grado di riconquistare la palla. Abbiamo ripreso fiducia e siamo finiti in crescendo a differenza di Siena. Questo ci ha permesso di vincere meritatamente la Supercoppa”.

Più informazioni su