CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Scuola, avvio con la protesta:”Noi dormiamo qui…”

Più informazioni su

Gli studenti del liceo artistico Melotti di Cantù si arrabbiano per gli orari: devono restare in aula mezz’ora in più rispetto al passato. Tanto rischiano di perdere bus e treni. E così eccoli in pigiama…

 

 

 

 

Tutta colpa della Gelmini e della sua riforma. Detto così sembra un affondo pesante all’ex Ministro della pubblica istruzione. In realtà il suo è stato un accorgimento che ha portato le ore di lezione dai canonici 55 a 60 minuti. Per una intera mattinata di lezioni, comunque, un “surplus di quasi mezz’ora che può fare la differenza. E’ il caso dei ragazzi – non tutti della città – che frequentano il Liceo artistico Melotti di via Andina a Cantù e che ieri – primo giorno di lezioni dopo l’estate – hanno protestato in modo clamoroso e scenografico nel cortile: una parte di loro si sono presentati con il pigiama davanti ad uno striscione eloquente:”Facciamo prima a dormire qui…”.

Nel mirino gli orari, poco flessibili, che costringerebbero molti di loro a rientri a casa ad orari decisamente poco comodi. La conclusione della mattinata di lezione è alle 14 per le ore “aggiustate” rispetto al passato, cosicchè tanti di loro sostengono che non riescono a prendere in tempo bus e treni per tornare a domicilio. In passato la conclusione delle lezioni era alle 13,30. Stessa cosa per il pomeriggio: nei due rientri (martedì e giovedì) termine alle 17, con problemi per chi abita lontano. Si rischia di tornare a casa attorno alle 19. Ma al di là della singolare protesta – oggi rientrata – nulla da fare per modificare le cose al Melotti.

Più informazioni su