CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como, nomadi fermate prima della “razzia” nelle case

Più informazioni su

Tentano di entrare in una abitazione di via Crispi, la proprietaria chiama i carabinieri e loro le bloccano subito: una ha 14 anni, limite per la denuncia, l’altra 18, ma è incinta.

 

 

 

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della comapagnia carabinieri di Como hanno denunciato a piede libero due giovanissime croate provenienti da un campo nomadi di Torino, rispettivamente di 14 e 18 anni (quest’ultima in gravidanza). Le due,da quanto accertato, dopo aver suonato più volte il campanello di una abitazione di Via Francesco Crispi a Como, ritenendo che la proprietaria dell’abitazione non fosse presente, tentavano di scardinarne la porta per entrare all’interno con alcuni attrezzi che avevano con loro. Ma la proprietaria, insospettita dei rumori, ha chiesto subito l’aiuto del 112 e così una pattuglia è riuscita ad arrivare in tempo per bloccare le due. Denunciate, come detto, per il porto di questi attrezzi con i quali avrebbero potuto mettere a soqquadro diverse altre abitazioni della città.

Ad Olgiate, invece, nel corso di un servizio di controllo del territorio, in via Usuelli (località Somaino – zona boschiva) i carabinieri hanno fermato un cittadino cubano di 44 anni, residente a Firenze: addosso aveva un coltello da cucina con una lama di 22 centimetri e per questo denunciato per porto abusivo di armi.

Più informazioni su