CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Dal 12 settembre porte aperte in Comune a Como

Più informazioni su

Il presidente del consiglio comunale, Fragolino, disponibile ad incontrare i comaschi per suggerimenti e segnalazioni. E ripartono anche i mercoledì con il notaio.

 

 

 

 

Rinnovato il protocollo d’intesa con il Collegio Notarile di Como, visto il successo dell’iniziativa, da mercoledì 12 settembre riprenderà in Comune il servizio di consulenza gratuita per i cittadini. Compravendita, mutuo e successioni sono gli argomenti sui quali sarà possibile chiedere un parere al professionista a disposizione (gratuita). Il servizio si svolgerà a Palazzo Cernezzi in Sala Capigruppo e gli appuntamenti avranno la durata di 30 minuti al massimo. Per poter usufruire del servizio è obbligatoria la prenotazione, da effettuarsi allo 031/25 20 43 (Segreteria del sindaco) dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 11. Le date per i prossimi mesi: 12 e 26 settembre, 10 e 24 ottobre, 7 e 21 novembre, 12 dicembre.

E sempre il 12 settembre al via anche la novità delle “porte aperte” ai cittadini. “Facendo seguito a quanto da me dichiarato nel corso della prima seduta del Consiglio e con l’intento di ridurre le distanze tra le istituzioni e la città, mi rendo disponibile ad incontrare i cittadini, in forma singola o associata. Per ricevere da loro segnalazioni e suggerimenti ma anche critiche perchè l’obiettivo è far sentire Palazzo Cernezzi una casa aperta ed accogliente”. Così il presidente del Consiglio Comunale, Franco Fragolino, spiega la decisione di aprire le porte ai cittadini comaschi. Gli incontri si svolgeranno ogni quindici giorni, di mercoledì (giorno scelto per la concomitanza con il Mercoledì del Cittadino), dalle 10.30 alle 12.30, nella sede del Comune di Como a Palazzo Cernezzi in via Vittorio Emanuele II (civico 97) a partire dal prossimo 12 settembre come detto. Le richieste di appuntamento potranno essere effettuate via mail all’indirizzo presidente.consiglio@comune.como.it, per telefono al numero 031/25 20 54 oppure via fax allo 031/25 20 32, specificando brevemente l’oggetto dell’incontro.

Più informazioni su