CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como, Piano del territorio da adottare in tempi rapidi

Più informazioni su

Ma protesta l’assessore all’urbanistica Lorenzo Spallino:”La Regione ci ha assicurato una proroga, altrimenti…”. Lunedì va in Commissione.

 

 

Arriva un’altra brutta “tegola” per il comune di Como. L’adozione e la successiva approvazione in tempi rapidi dell Piano di Governo del Territorio, presentato alla stampa nelle ultime ore. Lunedì il documento sarà presentato alla Commissione Urbanistica e martedì 4 ci sarà il primo incontro con le parti sociali ed economiche. “Come ho più volte detto – spiega l’assessore all’Urbanistica Lorenzo Spallino – sul Comune di Como incombe il termine del 31 dicembre, termine entro il quale il Piano dovrebbe essere approvato (non solo adottato) ai sensi dell’articolo 25 della Legge regionale 12. L’assessore regionale Belotti ci ha assicurato che la Regione sta compiendo i passi necessari per assicurare ai Comuni che a quella data avranno almeno adottato il proprio strumento urbanistico, un periodo di moratoria durante il quale lo strumento urbanistico vigente (il Piano Regolatore Generale) continuerà ad avere vigore. Questo è fondamentale perché l’alternativa non è nemmeno immaginabile”.

Successivamente all’adozione, da parte del consiglio comunale, il Piano verrà depositato per trenta giorni e nei successivi trenta giorni anche i cittadini potranno depositare le proprie osservazioni e a seguito di tali osservazioni il documento potrà essere modificato. “Pena la perdita di efficacia dello strumento urbanistico vigente allo scadere del 31 dicembre – conclude Spallino – non possiamo permetterci il lusso di stravolgere il piano che è stato predisposto dalla passata giunta. Possiamo, nei limiti della ragionevolezza, migliorarlo. Modificarlo pesantemente vorrebbe dire ritornare in Valutazione Ambientale Strategica e, quindi, non rispettare il termine del 31 dicembre, appunto. E questo, purtroppo, non è possibile, non ci sono i tempi”.

 

Più informazioni su