CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ora l’autopsia per capire la tragedia e poi il rientro

Più informazioni su

La magistratura francese ha deciso di vederci chiaro dopo la disgrazia al mare che ha coinvolto una ragazzina lariana 12enne. Esame autoptico prima del nulla osta per il funerale.

 

 

Ed adesso l’inchiesta e l’autopsia. La magistratura francese ha deciso di vederci chiaro – con una serie di accertamenti dovuti – sulla disgrazia che ha coinvolto (vedi precedente lancio) una ragazzina residente a Como di 12 anni, morta soffocata in una buca nel sud della Francia dove era in vacanza con i genitori, ora sotto choc per l’accaduto e che hanno chiesto alle autorità francesi la massima discrezione anche sulle generalità della piccola. Finora, dunque, il suo nome non è stato reso noto. Si sa solo che si chiamava Chiara e con la sua famiglia abitava a Breccia. Lì, quando ci sarà il nulla osta, il suo funerale. Tra pochi giorni avrebbe dovuto andare alla scuola media di Prestino.

La piccola – e questo è uno degli aspetti dell’inchiesta avviata – è finita in una profonda buca di sabbia sulla spiaggia di Arcachon, vicino a Bordeaux, rimanendo poi soffocata. Era in villeggiatura con i genitori ed un fratellino minore, al momento della tragedia non presenti in quel tratto di costa. L’autopsia potrebbe essere svolta già nelle prossime ore. Solo dopo la magistratura transalpina concederà il nulla osta per il rimpatrio della salma a Como ed il funerale.

Più informazioni su