CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

La rabbia degli automobilisti:”Lasciati soli per ore”

Più informazioni su

Sfogo alla redazione di CiaoComo da parte di coloro che ieri sono rimasti imbottigliati sulla Regina. Una lettrice si indigna:”Non ho visto pattuglie, nè protezione civile a distribuire acqua”.

 

 

 

E’ rabbia vera. E’ anche esasperazione e un pò di sfogo per chi ieri (vedi precedenti lanci) è rimasto imbottigliato per ore nel delirio di traffico conseguenza della chiusura sulla sponda lecchese del lago della superstrada 36 per la perdita di materiale da parte di un autotrasportatore. Ne è saltata fuori una giornata da incubo su entrambi i lati del lago. Regina alle prese con i camionisti stranieri che si sono “incastrati” nelle insidiose strettoie dei piccoli paesi, vecchia provinciale tra Abbadia e Colico al collasso. “Ci hanno lasciati soli per ore”, protestano in molti alla redazione di CiaoComo.it. Uno sfogo che è la conseguenza di ore passate sotto il sole, al caldo e con scarse informazioni.

“Quello che sapevamo lo abbiamo sentito alla radio o letto on-line sui vari siti – precisa Francesco Belucchi -. E’ scandaloso che nessuno, tra le forze dell’ordine, si è fatto vivo per avvisare di cosa stava accadendo”. Code, caos, confusione. Molti anche i pensionati presi alla sprovvista, peggio ancora ad intere famiglie con bambini (molte straniere). “Non ho visto nessuno personalmente – tuona via mail Enrica Bianchi -. Nè forze dell’ordine, nè protezione civile a distribuire acqua a chi era fermo. E dire che faceva un caldo pazzesco”. Il tenore delle proteste è questo. Tra rabbia ed esasperazione per una giornata difficile da scordare.

Più informazioni su