CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Nubifragio, il canturino paga dazio tanti danni

Più informazioni su

Dopo la tromba d’aria di ieri sera nel milanese, oggi replica in provincia nel tardo pomeriggio: allagamenti, tetti scoperchiati, lampioni caduti. Pompieri impegnati da ore.

 

 

 

Una violentissima tromba d’aria: con vento, allagamenti e persono la grandine. Con danni a capannoni, case ed alcuni tetti scoperchiati. Il maltempo ieri sera ha picchiato forte a due passi dalla provincia di Como, ma non ha toccato il Lario se non marginalmente. Lo ha fatto, però, nel tardo pomeriggio di oggi con un nubifragio forte che ha causato la paralisi viabilistica in tutto il canturino, la zona maggiormente colpita. A Mariano crollato un ponteggio, a Cabiate, Inverigo, Robellasca, Carugo e Novedrate alberi caduti sotto la furia del vento e della grandine. Strade come oiscine, allagamenti ovunque. Novedratese a singhiozzo per un grosso albero caduto a Novedrate sulla strada: nessun ferito, rallentamenti.

Ma il nubifragio nel canturino ha fatto anche altri danni: come lampioni caduti, cavi dell’alta tensione abbattuti con ripercussioni un pò in tutti questi comuni. A Cabiate si registra anche una fuga di gas, conseguenza del maltempo. E poi si registrano, la conferma dal comando provinciale dei pompieri, in stato di massima allerta, anche alcuni tetti di case danneggiato o parzialmente scoperchiati. Come a Figino, via Leopardi, con il capannone di una ditta di mobili (Lessi) danneggiato seriamente dal forte vento di questo pomeriggio. Al momento, però, solo danni, allagamenti e strade piene di pezzi di alberi. Non ci sarebbero feriti.

Più informazioni su