CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Imu, stangata per il Lario: ecco quanto si paga

Più informazioni su

Simulazione per una famiglia media a Como con un figlio a carico: acconto di giugno tra 112 e 168 euro, per la seconda abitazione anche 446. Solo Pavia e Milano sono più care.

 

 

 

Una stangata pesante. Ormai vicina visto che il 18 giugno scade il pagamento della prima rata dell’Imu, la nuova imposta sulla casa decisa dal governo Monti. Ed il calcolo, secondo una stima di aliquota dello 0,4% con una famiglia che ha un figlio a carico porta a risultati sorprendenti solo Milano (ovvio) e Pavia (ma di pochissimo) sono più care del Lario. Tutte le altre città della Regione sono dietro, si paga di meno. Imu salatissima per la città sia se si sceglie il pagamento su tre o due rate: rispettivamente 168 e 112 euro euro. Devastante, invece, per l’acconto su due rate per la seconda casa: qui la rata sale fino a 446 euro da sborsare a giugno.

Ed ecco, nel dettaglio secondo il calcolo fatto sull’aliquota dello 0,4% e sullo 0,76% per la seconda cosa dovranno pagare le varie città della Regione per l’IMU

MILANO       324 euro (acconto su tre rate) oppure 216 (su due rate)    – 683 (acconto su due rate per seconda casa)

PAVIA         175 euro o 117 – 456 (seconda casa)

COMO          168 euro o 112 – 446 (seconda casa)

VARESE 113 euro o 75  – 361 (seconda casa)

LECCO 145 euro o 97 – 411 (seconda casa)

BRESCIA       92 euro o 61 – 305 (seconda casa)

CREMONA      58 euro o 38 – 278 (seconda casa)

SONDRIO       34 euro o 22 – 242 (seconda casa)

Più informazioni su