CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Caccia alla salvezza, il Como inizia col Taranto

Più informazioni su

Si recupera questo pomeriggio alle 18 al Sinigaglia la partita sospesa a fine marzo per l’infortunio all’arbitro. Ramella squalificato, il suo vice in panchina. Biglietti da riacquistare.

 

 

 

 

Caccia alla salvezza. Il Como inizia oggi pomeriggio (ore 18, stadio Sinigaglia) la rincorsa ai punti che dovrebero garantirgli la tranquillità di evitare i play-out finali. L’obiettivo di Ramella e squadra è proprio questo. Iniziare a fare punti da subito anche se oggi, nel recupero della gara sospesa a fine marzo sull’1-1 per l’infortunio all’arbirtro, l’avversario è insidioso. Arriva il Taranto dell’ex bomber azzurro Dionigi, ora affermato tecnico. La squadra pugliese ha fatto una stagione di vertice anche se ora si trova leggermente indietro, ma per penalizzazioni extracampo. Taranto ostico e lo sa bene anche Ramella, oggi in tribuna per la prima delle due giornate di squalifica. A dirigere la squadra, in panchina, andrà il suo vice Enzo Villa che già ha lo ha sostituito nella gara contro l’Avellino.

Tour de force intenso per il Como. Oggi e domenica in casa con Taranto e Monza, mercoledì prossimo (25 aprile) a Pavia per l’altro recupero, quello della gara non disputata domenica per la morte di Morosini. “Chiaro che dobbiamo vincere il più possibile – spiega mister Ramella alla vigilia -. Tutti i punti ora contano doppio per noi”. Squalificati anche Paonessa, Ripa (nella foto a lato) e Toledo, scelte abbastanza obbligate per il tecnico azzurro in particolare in avanti dove ci sarà spazio per Tavares.

La gara non riparte dall’1-1 come per le serie superiori, vale a dire al risultato acquisito al momento della sospensione. IN Lega Pro è tutto diverso. Si deve ripartire da 0. Ed anche i tifosi lo devono fare: chi vuole andare al Sinigaglia oggi deve comperare di nuovo il biglietto anche se il Como ha deciso prezzi popolari per tutti i settori. Da Taranto annunciata la presenza di diverse decine di supporters, molti dei quali andranno in un settore della Tribuna anche se privi della Tessera del Tifoso. Intesa tra Questura, Prefettura e società per cercare una “apertura” ai supporters come all’estero.

Più informazioni su