CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Arrighi, ora è finita:”Giusto così per tutti”

Più informazioni su

L’ex armiere di Como si è visto confermare in Appello a Milano la condanna per il delitto di Brambilla due anni fa. La vedova ammette lo strazio rivissuto nell’aula del Tribunale.

 

 

 

Adesso è proprio finita. Le uniche, deboli, speranze di poter attenuare la pena rimediata a Como in primo grado a 30 anni di reclusione sono svanite ieri a Milano in Tribunale. I giudici di Appello (vedi precedente lancio) hanno confermato tutto per Alberto Arrighi: pena finale, tre anni di isolamento diurno, il risarcimento alle parti civili (famiglia Brambilla) di 600.000 euro. Non un mese di sconto anche se il Procuratore generale aveva chiesto il riconoscimento delle attenuanti generiche per Alberto Arrighi, ex armiere di Como, in carcere per aver ucciso e poi decapitato l’imprenditore Giacomo Branbilla ormai due anni fa. E’ finita per lui, nessuna speranza nella Cassazione – teoricamente ancora l’ultimo grado di giudizio -. Ma dopo la sua piena confessione in lacrime di ieri in aula sulla premeditazione, è davvero difficile poter pensare ad una modifica dai giudici di Roma ai quali probabilmente si rivolgeranno i legali di Arrighi.

E che è finita lo ha pensato anche l’ex armiere del centro di Como ieri tornando al Bassone sul furgone della polizia penitenziaria. Ha capito che quella pesante condanna rimediata già a Como nessuno la potrà mai togliere. Arrighi in silenzioed a testa  quando ieri è ritornato nella sua cella. “Giusto così per tutti”, sono le poche parole di Domenica Marzorati (nella foto Pozzoni tra i due legali che l’hanno assistita). La vedova di Brambilla, ieri in aula, ha ammesso di aver rivissuto l’intero dramma in aula dopo che Arrighi ha preso la parola ed ha ammesso di aver aspettato il marito fin dalle ore precedenti per ucciderlo. “Poi la volevo fare finita, ma non ho avuto il coraggio di premere il grilletto contro di me…”, ha aggiunto in lacrime.

Più informazioni su