CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Erba, Alfano già libero a 16 anni dal delitto di Marisa

Più informazioni su

L’ex ciabattino, condannato in tre gradi di giudizio per l’omicidio della bella cugina, è fuori dal carcere anche se controllato. E neppure 10 anni di reclusione fatti per il killer di Anna Barindelli a Bellagio.

 

 

 

 

Già libero seppur controllato. Fiorenzo Alfano (nella foto tratta da La Provincia) ha già potuto lasciare il carcere ed ora lavora all’esterno nell’hinterland milanese. Dopo 16 anni dal tremendo delitto del quale è stato accusato dalla Procura di Como – Pm Vittorio Nessi – e per il quale è stato poi condannato in tre gradi di giudizio a 24 anni di reclusione. Era il 7 febbraio del 1996 quando in una vecchia corte di Erba alta, proprio sopra la caserma dei carabinieri, veniva trovato il corpo senza vita della bella commessa Marisa Fontanella, 25 anni. E le attenzioni degli inquirenti si sono subito incentrate proprio su Alfano: durante il processo, nel quale è sempre rimasto in silenzio, è emersa la sua grande e smisurata passione per la ragazza anche se sempre respinto. E da un rifiuto della giovane sarebbe nato il delitto in una piccola stanza sotto l’abitazione dei Fontanella.

E se Alfano è tornato libero – non senza lo sconcerto degli erbesi e della famiglia di Marisa nell’apprendere la notizia riportata oggi da “La Provincia” – ecco anche la conferma che un altro protagonista della cronaca degli anni scorsi – Massimiliano Gilardoni, ora 42enne – è già tornato a casa dai genitori. Meno di dieci anni in cella – comprensivo di sconti e di indulto – per l’uccisione dell’amica Anna Barindelli. Nessuno commenta a Bellagio. Gilardoni, da quanto si è appreso, non si è mai visto in giro per il paese. In primo grado era stato condannato a 16 anni di reclusione.

Più informazioni su