CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Alcool alla guida: ora arriva il corso per l’autoscuola

Più informazioni su

Sensibilizzare i giovani al problema partendo da insegnanti e istruttori. Da domani parte un corso promosso dalla Asl cittadina in occasione del mese di prevenzione alcologica.

 

 

 

Sensibilizzare i giovani al problema dell’alcol alla guida, partendo da chi per primo incontra i giovani durante il conseguimento della patenti, ovvero insegnanti e istruttori della autoscuole. Questo l’intento del corso promosso da Asl di Como, Aci, Motorizzazione e polizia stradale, che partirà domani, giovedì 12 aprile, in occasione del mese di prevenzione alcologica. 207.000 gli incidenti stradali verificatesi nel 2010 sulle strade italiane, secondo i dati forniti oggi dall’Aci, con 3.998 morti e 296.000 feriti. Diminuiscono gli incidenti mortali rispetto agli anni precedenti (-  44%) ma non ancora abbastanza, secondo la UE, che per il decennio 2001-2010 richiedeva una diminuzione del 50%  del numero di decessi sulle strade. Ed è in questo contesto che ben si inserisce il progetto: “Scegli la sicurezza. Più sai meno rischi”: un corso per insegnanti e istruttori di guida della provincia di Como per la prevenzione alcologica. Dodici ore suddivise in tre giornate il 12 e 17 aprile e 3 maggio, dove le lezioni teoriche si integrano con specifici incontri informativo/formativi sul tema. “A Como vi è l’esigenza forte di sensibilizzare i giovanissimi ai rischi connessi all’alcol e alle droghe – commenta Teresa Parillo Responsabile  U.O. Alcoldipendenze di ASL Como – il corso è propedeutico a fornire a insegnanti e istruttori adeguate conoscenze e tecniche di comunicazione agli allievi, in modo da poterli poi indurli a evitare comportamenti a rischio, abbassando così gli incidenti stradali e relative conseguenze”. “Quello degli incidenti stradali resta un problema legato anche alla cultura – aggiunge Giuseppe Pianura, direttore Aci Como – ecco perché ci impegniamo quotidianamente per formare nelle persone un comportamento corretto e prevenire comportamenti sbagliati”. Nel 2010 circa 1300 le persone finite in commissione a seguito del ritiro di patente e di queste circa 1000 per alcol e droga. Dato poco incoraggiante, il fatto che di queste 1000, circa il 10% riguarda minorenni ai quali è stata ritirato il permesso per circolare con il motorino.


Più informazioni su