CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

La Libertas saluta la A2 con un punto al Parini

Più informazioni su

Ultima di campionato questo pomeriggio a Cantù: la squadra di Della Rosa perde di misura contro il Corigliano. Commozione all’inizio per la visita di Gianluca Rigamonti.

 

 

 

 

 

LIBERTAS CASSA RURALE CANTU’ 2
CAFFE’ AIELLO CORIGLIANO 3

(23-25, 24-26, 25-20, 25-19, 11-15)

LIBERTAS CASSA RURALE CANTU’: Pavan, Monguzzi, Butti (L), Seregni, Gelasio, Sala, Ruggeri, Krumins, Frigo, Galliani, Gerosa, Bonetti, Tuominen, Panighini. All. Della Rosa. Ass. Bartesaghi

CAFFE’ AIELLO CORIGLIANO: Spescha, Galic, Dutto, De Giorgi, Santucci, Casciaro, Tomasello, Kindgard, Muccio, Pandura Diaz, Sperandio, Viva, Edgar. All. Nacci. Ass. Fisi

Cantù fa un punto nel match di congedo dal campionato di serie A2 2011-2012 di volley maschile davanti al suo pubblico del Parini. Commozione all’inizio della partita per la visita di Gianluca Rigamonti. “MrBig” è tornato al Parini. Vittima di un grave incidente in moto nell’aprile del 2009 aveva 25 anni e una lunga carriera in Libertas alle spalle. Gianluca da allora lotta per la vita con la stessa forza e grinta che metteva quando giocava da opposto. Corigliano non ha più molto da dire in questa fase del campionato e usa la trasferta di Cantù per preparasi alla difficile avventura dei playoff. Nacci rinuncia a Galic e al libero Viva. In campo Findgard in palleggio opposto al gigante Edgar australiano di 212 cm. Schiacciatori Spescha e Santucci, al centro Tomasello e Sperandio.

Cantù ancora con i cerotti. Dentro Seregni per Touminen che accusa un risentimento muscolare, opposto a Ruggeri, al centro Monguzzi e Pavan, Krumins in palleggio con Galliani in zona due e Butti libero per consentire a Gelasio di entrare anche come schiacciatore.Inizio palla su palla rotto da un ace un po’ fortunoso di Galliani, ma subito vanificato da un errore di Ruggeri in parallela che si fa poi perdonare nella schiacciata successiva e la prima sosta tecnica Cantù è avanti 8-7. Galliani è ispirato e fa il 10-8. Krumins si inventa un muro a una mano su Sperandio, ma la Libertas fatica a mettere la palla a terra, è 11-11. Spescha sale in cattedra con il servizio. Corigalino fa il doppio cambio con Pandura Diaz e De Giorgi su Kindgard ed Edgar e Della Rosa risponde con la stessa mossa, dentro Sala e Gerosa per Krumins e Galliani. Spescha passa però con continuità sopra il muro di Cantù e il coach canturino deve tornare sui suoi passi sul 20-22 per Corigliano. I calabri non faticano a chiudere la fase di cambio palla e nonostante Galliani riesca ad annullare il primo set point è poi lo stesso opposto canturino a dare con un errore al servizio il set agli avversari.

Nel secondo parziale Della Rosa mette Gerosa su Krumins e Gelasio su Seregni, ma è ancora il Caffè Aiello a fare la partita. Nacci infatti crede nella diagonale De Giorgi Pandura e i risultati gli danno ragione. Avanti i calabresi sull’8-5 e poi sull’11-16. Sul parziale pesano alcuni errori punto di Cantù nella fase di attacco. Qualcosa cambia con il doppio cambio Sala-Krumins su Galliani-Gerosa. Cantù arriva al 16-17, poi spreca il pallone dell’aggancio. Corigliano va avanti fino al 22-24. Cantù non ci sta, Gelasio trova tre punti consecutivi da zona quattro e riporta sotto i suoi, ma alla fine sono i calabresi a chiudere una bella  battaglia 24-26. 

Terzo parziale con Gelasio che si presenta con un ace. Nacci ripropone Edgar e De Giorgi (il terzo parziale si era chiuso con Kindgard in regia). Sul 3-4 dentro Panighini in battuta ed è subito ace, ma sulla palla successiva la Libertas non difende. Equilibrio fino al 9-9, poi Cantù ribalta lo score grazie al centrale Panighini preferito a Monguzzi in questa fase del match. Edgar “picchia come un fabbro” e Gerosa non tiene, ma è sempre Cantù avanti. E al time out tecnico la squadra di Della Rosa è avanti 16-14. Panighini tiene a muro e in attacco 18-16, ma Corigliano nonostante il risutlato acquisito (è già matematicamente qualificata per i playoff all’undicesimo posto) non cede un colpo. Galliani ferma Edgar per il 20-17, poi 21-17 con un Gelasio ispirato al servizio. Panighini va al servizio sul 22-18, ma sbaglia. Risponde Nacci con Spescha dentro per il servizio su Sperandio, altro errore. Galliani fa ace e Cantù ha cinque set point per chiudere.

Ci pensa Edgar con un errore a dare il parziale alla squadra brianzola. Si riparte dall’1-2 per Corigliano. Nacci ripresenta Kindgard e Pandura, Galliani va sul 5-2 con due palle delle sue. Anche Gelasio è in palla, 7-3 Cantù. Ruggeri fa il 12-8 dopo un passaggio a vuoto della Libertas. Cantù difende l’impossibile, ma i calabresi non demordono. Un giallo alla panchine di Corigliano regala il 16-12 a Cantù. Il Caffè Aiello si rifà sotto 18-17. Muro di Panighini che lascia il segno nel match e fa il 20-17. Corigliano è nervosa, l’arbitro non perdona due palleggi forse un po’ sporchi ed è 24-18 per la Libertas. Chiude Galliani sul 25-19 ed è tie-break.

Nacci rimette Spescha per il quinto parziale e lo schiacciatore romano scuola Cuneo fa subito punto. SI gioca punto su punto fino al 12-10 per Corigliano. La squadra di Della Rosa ci crede ancora. Ma Santucci al servizio fa punto sul libero Butti è 13-10. Un doppio muro su Galliani e Gelasio è 14-10 per Corigliano. Sulla palla successiva i calabresi chiudono una bella battaglia 15-11. Cantù fa un punto e saluta il campionato con più di un rimpianto. Non riesce a sorridere coach Massimo Della Rosa (nella foto di Simone Milanta a lato) neppure dopo la bella rimonta di oggi.“Siamo i soliti, venivamo da due set giocati in crescendo da una bellissima rimonta e ci siamo complicati la vita. Al tie break non si possono regalare due punti in ricezione. Un ace, poi un ace sporco, una palla schizzata alta non rigiocata ed è finita. Peccato”.

Più informazioni su