CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ripa-gol in avvio e poi il Como “doma” i lupi

Più informazioni su

Gara incandescente questa sera al Sinigaglia. Azzurri vittoriosi con il cuore dopo un secondo tempo da brividi: Avellino sempre in avanti. Tre espulsi tra cui Ramella, osannato dai tifosi.

 

 

 

 

Un Como dal cuore grande. E che fa pace con i suoi tifosi. Vince 1-0 contro l’Avellino il turno ifrasettimanale prima di Pasqua del campionato, si porta a casa tre punti d’oro ed un bel regalo per tutti i supporters. La squadra ha ritrovato grinta e carattere che sembravano smarriti. Ma stasera, al Sinigaglia, gli azzurri hanno difeso il vantaggio con il coltello tra i denti. Vantaggio di Ripa (nella foto a lato) dopo 16 minuti – rigore per fallo su Ciotola in area – poi la gara è stata tutta una sofferenza. Como in dieci dal 43esimo per l’espulsione dello stesso Ripa per un doppio giallo rimediato in pochi minuti.

Secondo tempo da cuore in mano. I ragazzi di Ramella sono entrati in campo decisi come non mai. Non hanno mollato un secondo, tenendo un forte Avellino. Irpini aggressivi oltre il limite a volte tanto che in un paio di occasioni non hanno neppure fermato il gioco con giocatori avversari a terra. Fischi per loro. Ma il Como non ha mai ceduto. Sofferenza si, ma difesa strenua. Gara incerta ed emozionante fino all’ultimo. Nel finale, incandescente, si sono fatti cacciare dal direttore di gara anche Millesi (capitano dell’Avellino), poi il tandem Paonessa- Ramella dalla panchina azzurra per proteste. Il mister, osannato dai tifosi, ha seguito il resto della sfida da bordo campo.

Più informazioni su