CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Lucini prende le distanze dal Pdl:”Noi il futuro…”

Più informazioni su

Il candidato del centrosinistra contesta la polemica tra Gaddi e la Bordoli:”Liti senza senso, non credo che i comaschi vogliono questo”. Stamane le sue idee in diretta radio e streaming.

 

 

 

 

“Quello che sta vivendo la nostra città in questi ultimi giorni con i dissidi tra Laura Bordoli, candidata ufficiale del PDL, e Sergio Gaddi, sconfitto dalle primarie del centrodestra ed ora a sua volta candidato sindaco in aperta opposizione al partito di cui è tesserato, è l’ennesima dimostrazione di come chi ha malgovernato Como finora non abbia affatto a cuore il bene dei cittadini ma intenda ottenere dalle future elezioni posti di potere per sé e per i propri accoliti”. Mario Lucini, candidato sindaco delle forze di centro-sinistra per le ormai imminenti elezioni comunali (nella foto a lato), è sconcertato dall’ennesimo esempio di politica intesa come mezzo per soddisfare le proprie ambizioni mostrato dal PDL cittadino. Oggi prende posizione e distanze da quanto sta accadendo

“I comaschi – dice Lucini – hanno avuto una nuova dimostrazione di come, tra le litigiose forze del PDL, si fronteggino coloro che negli ultimi anni hanno collezionato insuccessi e creato problemi alla città e chi ha inteso il proprio ruolo istituzionale quale occasione per raggiungere prestigio personale al quale non intende venir meno. Non credo che questi due esempi siano ciò che i cittadini di Como vogliono per il futuro di una città attesa da numerose sfide che ne consentano un autentico rilancio. Como ha bisogno di unità e di un progetto serio per cambiare. Il nostro”.

Concetti che Lucini ha espresso anche questa mattina in diretta radio e sul sito in streaming nell’intervista di presentazione. Il candidato del centrosinistra si è detto contrario a proseguire i lavori sul lungolago per le paratie, ma anche fiducioso di realizzare qualcosa di buono in Ticosa. “Anche se i vincoli ci sono come gli accordi già firmati da questa amministrazione uscente”. Per Lucini i 5 ultimi anni di Bruni sono stati fallimentari:”Un vero disastro – ha detto nell’intervista radiofonica -. Una sciagura per lui ed anche per Como, rimasta spesso ferma, immobile. La città che ho in mente e che voglio è tutt’altra cosa: sono sicuro – ha concluso – che ce la posso fare con il sostegno delle liste che hanno deciso di dare la loro candidatura alla mia persona ed anche grazie ai cittadini di Como”.

Domattina (ore 9,30, Fm 89,4) tocca al candidato della Lega a Cantù Nicola Molteni: sarà lui a presentarsi in diretta radio ed a spiegare i cardini della sua campagna elettorale.

Più informazioni su