CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Gaddi raccoglie le firme e oggi svela la sua lista

Più informazioni su

Ormai è sicuro: l’ex assessore alla cultura di Como si candida a sindaco senza il sostegno del suo partito, il Pdl. E raccoglie tanti “scontenti” tra cui Anna Veronelli. Le prime indiscrezioni.

 

 

 

 

 

Ieri in strada a raccogliere le firme necessarie per presentare la sua lista (“Forza Como”?), oggi i dettagli. Sergio Gaddi ha deciso di correre da solo alle elezioni amministrative di Como del prossimo mese di maggio facendo salire a 15 i candidati alla poltrona di primo cittadino. Per lui, dopo lo strappo di sabato con il partito – il Pdl – ecco la prospettiva di fare “guerra” a Laura Bordoli e tutti gli altri ex compagni del movimento di Berlusconi. Gaddi si è chiamato fuori dopo un ampio confronto con il senatore Alessio Butti, coordinatore provinciale. Visioni diametralmente opposte, ognuno per la sua strada. E Gaddi conferma questa scelta:”Correrò con uan mia lista che sto completando – conferma alla redazione – e che raccoglie l’anima liberale e cattolica del partito. Ma anche tante espressioni della società civile”.

Sergio Gaddi è in rotta con il Pdl, ma resta un iscritto a tutti gli effetti:”E ci mancherebbe altro – precisa e rilancia lui -. Io credo di avere sempre rispettato impegni, patti ed accordi, altri (riferimento al coordinatore Butti ndr) forse no. Nella sua lista ci sarà spazio per altri “scontenti” come lui della gestione del Pdl: prima fra tutti l’altro assessore Anna Veronelli, responsabile della famiglia e dei servizi sociali. Lei dovrebbe essere la capolista, al suo fianco forse anche un terzo assessore della giunta Bruni come Etta Sosio, il campione del canottaggio come Daniele Gilardoni e forse anche la conduttrice tv Elda De Mattei.

Oggi nomi e simbolo dovrebero essere svelati da Gaddi. Il termine per presentare la lista scade domani.

(Nella foto una stretta di mano tra Gaddi e Laura Bordoli, prima colleghi di partito, ora rivali alle elezioni di maggio)

Più informazioni su