CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Rivetti allo scoperto:”Niente romani, vado avanti io con il Como”

Più informazioni su

Il presidente azzurro stasera ad Etv:"Di Bari parla, ma poi non fa i fatti. Ora un progetto serio che durerà cinque anni". A giorni i nomi di chi lo aiuterà. Incontro con Salvi ed Urbano: garanzie per gli stipendi. Ha scelto il giorno del suo 72esimo compleanno. E si è fatto un regalo: tenersi il Como ed andare avanti con questo progetto che tanto gli sta a cuore anche se qualcuno è arrivato anche a telefonargli ed insultarlo. Amilcare Rivetti si riprende in tutto e per tutto il Como e lo ha detto a chiare lettere stasera ad Etv:"Vado avanti, ma senza alcuna cordata romana. No, con loro niente…". Lascia intendere che la società avrà nuovi innesti:"Entro tre o quattro giorni al massimo, lo assicuro". Poi precisa:"Io sarò il presidente, quattro vice con un compito ben preciso. E poi un progetto che durerà per cinque anni. Perchè voglio fare le cose per bene, io…". E poi la stoccata a quello che ormai è il suo ex socio, Di Bari, ancora in società, ma da separato in casa:"Parla, parla, dice cose, ma poi i fatti dove sono. Io ci sono sempre stato quando c'erano da fare le cose, il signor Di Bari no…".

Il presidente azzurro nel pomeriggio è arrivato ad Orsenigo ad allenamento finito. Ha incontrato Stefano Salvi ed Orlando Urbano, il capitano. Ha parlato per qualche minuto con loro prima di andare davanti alle telecamere. Li ha rassicurati su tutto: dai soldi degli stipendi – in arrivo – alla società del futuro -che assicura sarà solida e duratura -. Poi ha chiesto un regalo per il suo compleanno: una bella vittoria con la Reggiana. "Massimo impegno – ha assicurato il capitano – da parte nostra nessun alibi per i mancati risultati. Non c'entrano nulla le vicende societarie. Noi ci impegnamo sempre al massimo e lo faremo anche domenica. Chiediamo ai tifosi di starci vicino".

Più informazioni su