CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Effetto liberalizzazioni sul Lario: tutti scontenti, rabbia dei taxi

Più informazioni su

Il governo ha varato il provvedimento ieri dopo lunghe discussioni e polemiche. Contrari i farmacisti ed i commercianti, i più furenti i conducenti delle auto bianche di Como. Sciopero confermato per lunedì.

Tutti scontenti o quasi. La conseguenza delle liberalizzazioni decise ieri dal governo Monti non sem brano incontrare i favori di molti comaschi. Dal presidente dell'ordine dei farmacisti, Giuseppe De Filippis, che parla apertamente di aggravi pesanti per la categoria con l'ipotesi di tenere aperto di sera ed anche alla domenica, ma sopratutto contrario all'apertura di nuove farmacie. Non esultano affatto anche i commercianti: il presidente della Confcommercio cittadina, Giansilvio Primavesi, è molto scettico sulle aperture prolungate in tempo di crisi. C'è anche la perplessità dei benzinai anche se il governo ha promesso un intervento mirato per ridurre il prezzo del carburante nella fascia di confine. Ma chi è più arrabbiato è Carlo Scorsone, rappresentanti dei taxisti della Cna. A suo giudizio la decisioni di Monti e dei ministri, per la categoria, sono un colpo letale per molti che già faticano ad arrivare a fine mese. I conducenti delle auto bianche di Como, salvo sorprese di oggi, dovrebbero fermarsi lunedì per dire no a queste misure. Come succederà nel resto d'Italia.

Più informazioni su