CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como, dopo il mister tocca alla società: Rivetti dice no ai romani

Più informazioni su

Giorni convulsi nel club azzurro, da ieri affidato a Giuseppe Manari. Il tecnico pavese paga anche una scarsa tenuta atletica dei ragazzi. Il presidente deve ancora scegliere chi fare entrare, ma non Stinà. Adesso la società. Dopo l'assetto tecnico – rivoluzionato ieri con le inattese dimissioni di Ernestino Ramella e la squadra affidata al suo vice Giuseppe Manari – tocca al club azzurro. Giorni cruciali al Como, forse quelli davvero decisivi. Intanto per il tecnico che si è fattio da parte dopo un colloquio con il presidente Rivetti: Ramella paga anche quello che al numero uno non è piaciuto domenica, la scarsa tenuta fisica dei suoi ragazzi. Ed ora tocca a Manari per il quale si prospetta – domenica – un debutto di fuoco a Sorrento come tecnico ufficiale visto che ha già rimpiazzato Ramella per la squalifica contro il Carpi.

Versante società: Rivetti, che ieri si è visto nel tardo pomeriggio ad Orsenigo, ha fatto capire che non vuole cedere il club alla cordata di imprenditori romani capeggiata da Antonio Stinà. Non gli sono mai piaciuti, quei personaggi, e non vuole andare in questa direzione. Probabile una delle tre opzioni ancora aperte: un imprenditore milanese (l'ex Angiuoni?), la cordata comasca ed una svizzera. Da scegliere in tempi brevi. "Mi prendo un paio di giorni per decidere" si èlasciato scappare ieri il presidente.

Più informazioni su