CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Tanta arte in diversi punti di Como: un 2012 davvero “pieno”

Più informazioni su

Numerosi appuntamenti artistici e culturali per la città. L'assessore alla cultura Sergio Gaddi li ha presentati oggi: pittura, scultura, foto e video arte. C'è davvero l'imbarazzo della scelta. Il dettaglio.

Un 2012 ricco di grandi appuntamenti artistici e culturali. È ciò che è stato presentato questa mattina dall’assessore alla cultura di Como Sergio Gaddi. Le 30 mostre in programma in città vedranno protagoniste diverse forme d’arte tra cui pittura,scultura, fotografia e video arte nei più importanti spazi espositivi della città, da S.Pietro in Atrio, allo Spazio culturale Antonio Ratti, al Chiostro di Sant’Eufemia, al Broletto ai Musei Civici. “Stiamo cercando di caratterizzare sempre di più gli spazi- ha dichiarato Gaddi- ognuno dei quali sarà destinato ad un tipo particolare d’arte. Ad esempio Sant’Eufemia e Spazio Natta all’arte giovanile e così via”. Al via anche (con documentazione da inviare entro il 2 aprile) la 4° edizione del “Co.Co.Co” il concorso d’arte per giovani artisti che ha lo scopo di scoprire o confermare nuovi giovani talenti e offrire opportunità di promuovere il loro lavoro sulla scena artistica contemporanea italiana, quest’anno gemellato con Federculture, prestigiosa associazione culturale con sede a Roma.

Altri appuntamenti di rilievo saranno a partire dall’11 febbraio l’ Italian New Brow nel quale 16 artisti restituiranno uno spaccato rappresentativo della giovane arte italiana.; dal 5 al 29 aprile “Territori dell’animo” per conoscere la pittura di Antonio Pedretti; dal 4 al 27 Maggio “Giardini immaginari. La fenomenologia delle zucche” curata da Vittorio Sgarbi e tanti altri. L’assessore Gaddi poi s’è soffermato sull’importanza di Villa Olmo per l’arte cittadina e non solo “ Quest’anno la presenza d’arte e cultura e Villa Olmo triplica, non solo la grande mostra della dinastia Bruegel (dal 24 marzo) ma anche la seconda edizione di Parolario e Miniartexil. Insomma l’arte è sempre più parte integrante della città e ci aiuterà a rendere sempre più grande Como”.

Più informazioni su