CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Quattro donne aggredite a Como, il fermato davanti al giudice

Più informazioni su

I particolari dellle contestazioni per il 26enne finito al Bassone nelle ultieme ore. Sabato mattina il giudice lo interroga per la convalida. Primo episodio nel novembre scorso in via Stoppani.

Quattro episodi in tutto. L'ultimo, quello di domenica sera in via Borsieri ai danni di una ragazza 19enne che stava rientrando in auto a casa. Aggredita e salva per fortuna. Il primo sarebbe del novembre scorso in via Stoppani, sempre a Como. Cui hanno fatto seguito quelli all'autosilo di viale Lecco ed in via Rovelli. Sempre ai danni di ragazze giovani. Avvicinate, spesso buttate a terra. Aggressioni a sfondo sessuale secondo la Procura e la Squadra mobile della Polizia. Tanto da avere un quadro accusatorio pesante per lui, Patrizio Fadda, 26enne residente in città, origini sarde, in stato di fermo da ieri e rinchiuso al Bassone. Dove domattina riceverà la visita del giudice Luciano Storaci, chiamato a convalidare il fermo operato dagli agenti della Questura per violenza sessuale. La Procura, convinta della sua colpevolezza anche in base a diverse testimonianze visive, ha chiesto per Fadda la convalida del fermo e la sua permanenza in carcere in attesa di chiudere questa inchiesta. Le vittime sarebbero già state tutte sentite sulle modalità di aggressione.

A carico del giovane di origini sarde spunta anche una precedente condanna – rimediata dal Tribunale di Cagliari nel 2009 – per violenza sessuale. Un quadro davvero molto pesante e con il quale ora aspetta l'interrogatorio con il giudice.

Più informazioni su