CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Acsm-Agam, ecco la conciliazione per tutelare i consumatori

Più informazioni su

Oggi la presentazione dell'accordo con le associazioni del territorio per meglio risolvere eventuali controversie. L'Ad del gruppo:"Un grande passo". Il Codacons:"Un segnale davvero importante e notevole".

Un accordo tra Acsm Agam e le associazioni dei consumatori in tema conciliazione. L’iniziativa è stata presentata questa mattina alla stampa e prevede una stretta collaborazione tra l’azienda e le associazioni a tutela dei consumatori (Adiconsum, Adoc Como, Codacons, Codici, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega consumatori Acli), per meglio risolvere eventuali controversie. Verranno formati, a spese dell’azienda, dei conciliatori che saranno costantemente presenti sul territorio e che si dedicheranno esclusivamente ai problemi che potrebbero sorgere tra Acsm Agam e i cittadini.

“Acsm Agam – ha sottolineato il presidente Umberto D’Alessandro – è un punto di riferimento nel campo dei servizi per decine di migliaia di persone anche in forza del tradizionale radicamento. Il tratto distintivo delle nostre società è il rapporto diretto e trasparente con il cliente. La conciliazione offre una garanzia ulteriore, si tratta di uno strumento tanto semplice quanto efficace, in grado di risolvere piccole controversie senza sfociare in onerosi e complessi contenziosi legali”. Un modo questo per risolvere in fretta eventuali controversie come: ricostruzione dei consumi anche in seguito a malfunzionamento del contatore accertato ai sensi delle delibere dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, fatture di importi anomali rispetto alla media di quelli fatturati, problematiche relative al subentro contrattuale, mancata corresponsione degli indennizzi automatici per rettifica della fatturazione non effettuata nei termini, ai sensi di quanto stabilito dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, gestione dei rimborsi, in caso di fatturazioni in acconto superiori ai consumi reali, mancato rispetto del diritto di ripensamento, variazioni unilaterali del contratto e doppia fatturazione.

L’intesa è stata siglata dalla capogruppo (teleriscaldamento) anche per conto di Enerxenia (vendita gas ed energia elettrica) e di Enercalor (gestione calore).  “Un grande passo a tutela del consumatore – aggiunge Enrico Grigesi, amministratore delegato di Acsm Agam e di Enerxenia – la conciliazione,  alla quale noi aderiamo con decisa volontà, da al consumatore un’ulteriore possibilità. Se non è soddisfatto della risposta avuta dalla società, può ricorrere a questo strumento che in tempi ragionevolmente brevi e senza costi, consente di risolvere un contenzioso”. Grande soddisfazione da parte dei rappresentanti delle associazioni di categoria che hanno appoggiato l’intesa. “Il fatto che un’azienda abbia voglia di aprire un tavolo di conciliazione – commenta Mauro Antonelli del Codacons – è un segnale davvero molto importante. Ancor più il fatto che la proposta di questo accordo sia partita proprio da Acsm Agam”.

Più informazioni su