CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

E Stinà parla già da proprietario:”Settimana prossima la firma”

Più informazioni su

Il procuratore indica una data entro la quale chiudere la vicenda della vendita del club azzurro. Rivetti continua a restare in silenzio in attesa di capire se ci sono altre piste da percorrere. I dettagli sul mercato.

Sembra fatta davvero. Almeno da una parte, mentre Amilcare Rivetti, il presidente del Como, resta ancora in silenzio come suo solito. Non dice nulla e cerca di capire, da quanto si è appreso, se ci sono altre strade percorribili oltre a quella – ormai ben delineata – che porta alla cordata romana di imprenditori desiderosi di rilevare il Como e di puntare dritti alla serie B. E oggi Antonio Stinà, il procuratore che cura gli interessi di questo gruppo – ancora non svelato – è uscito ancora allo scoperto dopo le dichiarazioni dei giorni scorsi:”Credo sia fatta, siamo all'atto finale – spiega – dopo che Rivetti ci ha firmato la lettera di intenti per cedere le quote. La firma ufficiale del notaio ? Direi settimana prossima al massimo, non oltre.

Da Stinà anche altre conferme per il Como del futuro. Ad iniziare da mister Ramella, riconfermatissimo sulla panchina. “Ma non scherziamo, dai – aggiunge -. Uno che ha fatto così bene come è pensabile poterlo allontanare ?”. E poi le rassicurazioni ai tifosi ed il mercato:”I tifosi possono stare tranquilli: noi non abbiamo l'intenzione di venire a Como a giocare. Ma vogliamo fare le cose seriamente. Mercato: ci stiamo già muovendo ed i nomi su cui puntiamo sono quelli di Torri, attaccante dell'Albinoleffe, e di Felipe Gomes, ora a Varese. Poi vediamo per un portiere, ma di sicuro non Zappino che ha firmato oggi con il Frosinone”.

Più informazioni su