CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il terrore nel box di casa: ragazza aggredita da un malvivente

Più informazioni su

E' successo in via Borsieri a Como dove il malvivente ha atteso la giovane al rientro. E poi avrebbe cercato di saltarle addosso. Ma lei si è messa ad urlare e poi si è chiusa in auto. Indaga la polizia. Poche ore dopo la violenza denunciata da una 40enne in centro Como, ecco un altro episodio inquietante in città. E' accaduto domenica sera in via Borsieri dove una 19enne, di ritorno a casa in auto, è stata seguita ed aggredita nel box sotto casa mentre stava scendendo dalla vettura. Un giovane, età circa 30 anni, le si è avvicinato secondo il suo racconto fatto alla polizia ed avrebbe cercato di aggredirla. Probabilmente per saltarle addosso. Era anche armato di pistola ed indossava un giubbotto scuro. Lei, spaventata, si è messa ad urlare forte e poi si è chiusa in auto chiamando subito il 113. Il malvivente che l'aveva seguita a quel punto ha desistito e si è allontanato. Resta l'episodio inquietante che segue di poche ore, come detto, quello già denunciato da una 40enne in centro città e sul quale la squadra mobile della Questura sta svolgendo ancora accertamenti per capire l'esatta dinamica. Anche se, a dire il vero, gli agenti sembrano essere un pò scettici su questo episodio e sulle modalità spiegate. La donna, di rientro a casa da sola in piena notte, sarebbe stata costretta ad avere un rapporto sessuale orale sotto i portici di piazza Duomo da un ragazzo di 30/35 anni, forse straniero. Che poi si è subito dileguato nella notte secondo il suo racconto. L'avrebbe minacciata con i cocci di una bottiglia che teneva in mano.

Più informazioni su