CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como, partenza buona per i saldi invernali: quasi tutti contenti

Più informazioni su

Lo si apprende da uno studio della Confcommercio cittadina all'interno dei prosi associati dopo i primi giorni di vendite. Scontrino medio di 200 euro, ora da valutare la durata di questo effetto vendita. Confcommercio Como, per meglio assistere i propri associati, ha diramato un questionario sull’andamento delle vendite dei saldi invernali 2012 agli esercenti del settore abbigliamento, calzature, pelletteria, intimo. Il modulo consegnato agli esercenti fotografa la situazione al 9 gennaio 2012 e fornisce molte indicazioni utili su come stanno andando le vendite e su cosa pensano i commercianti delle modalità di svolgimento dei saldi. La maggior parte degli esercenti, il 64,5%, segnala un incremento delle vendite dal 1% al 20%. Solo il 35,5% degli esercenti intervistati segnala un decremento da – 1% a -20%. I saldi dunque quest’anno hanno avuto un’ottima partenza, (dopo il rallentamento del mese di dicembre) seppur con qualche distinzione per le zone periferiche dove l’effetto saldo si è fatto sentire meno.

Lo scontrino medio è stato di 202 euro, all’interno di un range da 45 euro a 500 euro. I prodotti più richiesti sono stati piumini e maglieria. Ma anche accessori (in particolare borse), capispalla, abiti, giubbotti e calzature (sia uomo che donna). Il 60% degli intervistati è contrario alle promozioni libere tutto l’anno, solo il 40% è favorevole. Ancora maggiore la quota di esercenti contrari ai saldi liberi tutto l’anno: l’81% ha detto no, solo il 19% è favorevole. Dopo la favorevole partenza rimane da verificare adesso la durata dell’effetto saldo. Le vendite sono state buone, ma non ancora sufficienti a coprire le mancate entrate dell’anno appena trascorso.

Più informazioni su